PUNTO 1-Bpm, rosso sem1 a 131 mln, pesano svalutazioni avviamenti

martedì 28 agosto 2012 19:18
 

(Aggiunge dettagli da nota)

MILANO, 28 agosto (Reuters) - Pop Milano ha chiuso il primo semestre con una perdita netta consolidata di 131,3 milioni risentendo dell'effetto straordinario legato alle svalutazioni di avviamenti, completamente azzerati in bilancio, il cui impatto sul risultato del periodo è pari a 239,4 milioni.

Lo dice una nota dell'istituto spiegando che escludendo le componenti non ricorrenti il risultato evidenzia un utile normalizzato di 97 milioni, in rialzo del 96,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

In particolare, l'impairment test sugli avviamenti e sulle attività immateriali, annunciato nell'ambito dell'approvazione del piano industriale al 2015, ha determinato una loro completa svalutazione per 360 milioni circa con un impatto netto sul semestre appunto per 239,4 milioni.

La banca ricorda che la svalutazione "ha impatti puramente contabili, senza alcun effetto sul cash flow e sulla redditività prospettica, oltre ad avere un impatto complessivamente positivo sul patrimonio di vigilanza e sui coefficienti patrimoniali".

La gestione del semestre mostra ricavi in salita del 6,3% a 794 milioni, di cui 455 milioni relativi al margine di interesse (+9,3%). Positivo, in particolare, il contributo del margine finanziario grazie all'incremento del portafoglio titoli governativi.

I costi operativi sono scesi dell'8,9% a 497,9 milioni beneficiando anche della riduzione del 9,3% delle spese per il personale legate principalmente al calo della parte variabile delle retribuzioni.

Le rettifiche e gli accantonamenti sono saliti a 134,4 milioni da 113 milioni di giugno 2011, risentendo del peggioramento dello scenario economico nel primo semestre 2012 rispetto allo scorso anno.

Aumentano di 4,5 milioni gli accantonamenti ai fondi rischi e oneri, pari a 6,9 milioni, principalemte a causa dei maggiori acantonamenti al fondo revocatorie.   Continua...