Prelios, perdita netta sem1 125,7 mln, obiettivi 2012 non raggiungibili

martedì 28 agosto 2012 18:11
 

MILANO, 28 agosto (Reuters) - Prelios ha archiviato il primo semestre con una perdita di 125,7 milioni di euro a seguito di svalutazioni immobiliari, del portafoglio di non performing loan e di oneri di ristrutturazione per oltre 90 milioni e ha annunciato che gli obiettivi prefissati per l'anno in corso non sono raggiungibili.

E' quanto comunica la società in una nota, precisando che nuovi target saranno elaborati solo dopo eventuali operazioni straordinarie.

La semestrale, precisa la nota, è stata redatta con il presupposto della continuità aziendale sull'attesa di operazioni straordinarie. A questo proposito, il Cda ha ricordato di aver ricevuto l'interesse da parte di due investitori, Fortress e la cordata Caputi-Merloni.

Nei primi sei mesi dell'anno la perdita netta è stata di 125,7 milioni, dal rosso di 0,5 milioni del primo semestre 2011.

Essendo la perdita superiore a un terzo del capitale sociale, il Cda ha conferito mandato al presidente per convocare l'assemblea ex articolo 2446 del codice civile.

I ricavi consolidati sono scesi a 64,8 milioni da 86,3 milionidi un anno prima, quelli della piattaforma di gestione sono calati a 61,4 da 80,1 milioni. Il risultato operativo gestionale è stato negativo per 28,5 milioni, zavorrato dalle svalutazioni nel settore dei non Performing loan per 25,5 milioni di euro, da un risultato positivo per 28,1 milioni un anno prima.

Le vendite di immobili nel primo semestre sono state pari a 277,7 milioni, dai 637 milioni dello stesso periodo del 2011, al netto della vendita della Rinascente.

La posizione finanziaria netta è negativa per 497,5 milioni.

Nel comunicato si evidenzia la società al 30 giugno aveva "un'esposizione finanziaria superiore a quella ipotizzata e, quindi, non più in linea con gli impegni finanziari di breve termine. La capacità di operare in continuità è tuttavia fondata sulla base di operazioni straordinarie che modifichino l'attuale struttura finanziaria ovvero producano flussi di cassa ulteriori rispetto a quelli attualmente generabili dall'attività caratteristica".   Continua...