Credit Agricole, crolla netto trim2, svaluta Intesa per 427 mln

martedì 28 agosto 2012 08:52
 

PARIGI, 28 agosto (Reuters) - Credit Agricole ha registrato un utile netto trimestrale in calo del 67% su cui hanno pesato una svalutazione da 427 milioni di euro della quota detenuta in Intesa Sanpaolo e la controllata greca Emporiki.

La banca ha detto che stanno continuando le trattative con la Commissione europea e le autorità greche in merito a una potenziale vendita di Emporiki, ma che non è entrata in trattative avanzate con eventuali offerenti.

Oltre alla riduzione del valore della sua quota del 5% in Intesa, la banca è stata colpita da oneri per 370 milioni di euro in relazione alla Grecia, nonché da 16 milioni di euro per il costo del piano di ristrutturazione per ridurre la situazione patrimoniale e tagliare le esigenze di finanziamento in dollari.

L'utile netto di gruppo nel secondo trimestre è sceso a 111 milioni di euro da 339 milioni nello stesso trimestre di un anno fa, anche se ha ancora superato le aspettattive di alcuni analisti.

Credit Agricole ha detto di aver fatto ulteriori progressi per aumentare il Core Tier 1 ratio, ma non ha rivelato dove è il rapporto attualmente secondo Basilea III, le norme più severe che verranno applicate nei prossimi anni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia