Home Depot, profitti trim2 oltre attese, alzato outlook 2012

martedì 14 agosto 2012 15:37
 

14 agosto (Reuters) - Home Depot ha alzato l'outlook dei suoi profitti sull'anno fiscale dopo che i tagli ai costi hanno aiutato il più grande distributore di prodotti per la casa a compensare la debolezza delle vendite e a battere le stime di Wall Street sui profitti nel secondo trimestre.

Il secondo trimestre della società, terminato il 29 luglio, è tradizionalmente il periodo di vendite più rilevanti per le catene di prodotti per la casa, ma un tempo insolitamente caldo nei mesi precedenti dell'anno aveva anticipato la domanda nel primo trimestre.

I profitti netti nel trimestre sono saliti a 1,53 miliardi di dollari, 1,01 dollari per azione, da 1,36 miliardi di dollari, o 86 centesimi per azione, nello stesso periodo di un anno fa.

La media delle previsioni degli analisti interpellati da Reuters collocava il profitto per azione a 97 centesimi.

Le vendite sono salite dell'1,7% a 20,57 miliardi di dollari, ma hanno mancato le previsioni degli analisti di una media di 20,74 miliardi.

Home Depot ha beneficiato dai suoi recenti sforzi per migliorare la distribuzione e il customer service. Il gruppo è stato più veloce a tagliare i costi della società rivale Lowe's Cos, e in alcuni casi, nelle regioni in cui ha una presenza più massiccia, ha ottenuto una spinta dopo il rimbalzo del mercato immobiliare.

Home Depot si aspetta ancora che le vendite sull'intero anno fiscale cresceranno del 4,6%. Prevede inoltre profitti a 2,95 dollari per azione, in salita dal precedente outlook a 2,90 dollari.

La società, che ha negozi negli Stati Uniti, in Canada, i Messico e in Cina, ha riportato aumento del +0,6% nel numero delle transazioni, il cui valore medio è cresciuto dell'1,8% a 55,02 dollari.

Nell'anno passato, per attrarre più consumatori, Home Depot ha spostato il suo focus su prodotti più economici come rubinetti e vernici.   Continua...