7 agosto 2012 / 14:28 / 5 anni fa

PUNTO 4-Prysmian, cresce utile in sem1, affina guidance 2012

(accorpa take, aggiunge dichiarazioni conference, chiusura titolo)

MILANO, 7 agosto (Reuters) - Prysmian ha archiviato il semestre con ricavi invariati su base organica e un miglioramento di margini e utile netto.

I ricavi, si legge in un comunicato del produttore di cavi, hanno registrato una variazione organica nulla, attestandosi a 3,916 miliardi di euro.

L‘Ebitda adjusted è salito del 7,4%, a 308 milioni, mentre l‘utile netto si è attestato a 130 milioni (+15%).

Prysmian ha affinato la guidance sull‘Ebitda adjusted a fine anno, comunicata con i risultati del primo trimestre, ora visto nella parte alta del range 600-650 milioni, ovvero sopra 625 milioni.

Nelle slide, pubblicate sul sito del gruppo in vista della conference call di presentazione dei risultati, si precisa che la previsione di un Ebitda adjusted a fine anno compreso tra 625 e 650 milioni si basa su una serie di assunti: l‘attuazione dei progetti nel settore transmission, un‘accelerazione delle sinergie da integrazione di Draka nella seconda parte dell‘anno, un portafoglio di ordini nel settore petrolifero off-shore concentrato nel secondo semestre, una prosecuzione del trend positivo nelle tlc e una stabilizzazione dei business ciclici.

Nel corso della conference call di presentazione dei risultati, il direttore finanziario, Pier Francesco Facchini, ha detto di prevedere di chiudere il 2012 con una crescita organica dei ricavi ad una cifra, dopo che la prima parte dell‘anno è andata in archivio con vendite piatte. “Per l‘intero anno ci aspettiamo una piccola crescita organica dei ricavi, ad una cifra”, ha affermato Facchini.

L‘indebitamento finanziario netto, al 30 giugno scorso, era pari a 1,396 miliardi, in peggioramento rispetto ad un anno prima (1,378 miliardi) e al 31 dicembre scorso (1,064 miliardi).

La crescita dell‘indebitamento, spiega la nota, è dovuta soprattutto all‘incremento del capitale circolante per 359 milioni, “legato principalmente alla stagionalità delle vendite e ai maggiori fabbisogni per la realizzazione dei progetti alta tensione e sottomarini”. Intervistato da Reuters, Facchini, nel maggio scorso aveva detto di prevedere una chiusura del 2012 con un indebitamento inferiore a 1 miliardo di euro.

Nel corso della conference call, Facchini ha confermato la previsione: “Continuiamo a pensare di raggiungere un livello di indebitamento inferiore a 1 miliardo a fine anno”, ha spiegato.

Il Cfo ha detto che il dato sul net working capital è legato alla stagionalità, agli investimenti su una serie di progetti e all‘aumento delle scorte.

NORD E SUDAMERICA SOSTENGONO RISULTATI

I report degli analisti pubblicati nelle settimane scorse in vista della semestrale, consultati da Reuters, indicavano perlopiù un Ebitda di poco inferiore ai 300 milioni e un utile netto più basso di 130 milioni.

Il consensus degli analisti, comunicato dalla società, indicava vendite pari a 3,913 miliardi, un Ebitda adjusted di 298 milioni, un Ebit adjusted di 221 milioni e un utile netto adjusted di 126 milioni.

Commentando i conti del primo semestre, l‘amministratore delegato, Valerio Battista, nella nota sottolinea l‘accelerazione nel processo di diversificazione della ripartizione geografica del business, “incrementando l‘esposizione ai mercati nord e sudamericani”, che hanno più che compensato la flessione dell‘Europa.

Inoltre, aggiunge l‘AD, “abbiamo migliorato il mix dei business, con un maggior peso del telecom e l‘ampliamento dell‘offerta nei cavi energia a maggior contenuto di tecnologia. I risultati del semestre confermano le forti sinergie di costo previste grazie al successo dell‘integrazione con Draka, generando effetti positivi sulla redditività”.

A proposito dell‘integrazione con Draka, Battista, nel corso della conference call, ha detto che “le sinergie sono in linea con il piano”.

Prysmian prevede per la seconda parte dell‘anno “un‘ulteriore lieve contrazione della domanda nel business dei cavi a media tensione per la distribuzione di energia, dei cavi per le costruzioni e nei prodotti del segmento Industrial più esposti agli andamenti ciclici del mercato. Si conferma, invece, l‘andamento positivo della domanda nei business ad alto valore aggiunto della trasmissione sottomarina di energia, energie rinnovabili, oil&gas offshore e nei cavi in fibra ottica destinati ai principali operatori del settore telecom”.

Nelle slide è contenuta una scomposizione per aree geografiche dei ricavi, con l‘area Emea che pesa per il 63% (66% nel primo semestre dell‘anno scorso), il Nord America per il 14% (13%), l‘America Latina per il 9% (stabile) e l‘Asia Pacifico per il 14% (stabile). Prysmian sottolinea che Italia e Spagna hanno garantito circa l‘8% dell‘Ebitda adjusted e il 9% del fatturato. “Italia e Spagna sono importanti, ma non cruciali per il nostro sviluppo”, ha commentato Battista nel corso della conference call.

TITOLO DEBOLE, PESANO PRESE DI PROFITTO

Debole nella prima parte della seduta, quando era scivolato sino a 13,44 euro, il titolo Prysmian si è risollevato in prossimità della pubblicazione dei risultati, spingendosi, una volta diffusi i conti, sino a 14,05 euro, per poi tornare a cedere terreno e chiudere in calo dello 0,8%, a 13,72 euro.

Un‘analista che segue la società guidata da Battista spiega così l‘andamento del titolo: “(I risultati) sono solo un po’ meglio del consensus a livello di Ebitda adjusted e il titolo è salito molto nei giorni scorsi. Quindi”, prosegue l‘analista, “un po’ di correzione ci sta. La guidance è stata ristretta verso l‘alto, ma ce lo aspettavamo. La maggior parte dei risultati sarà fatta nel secondo semestre. Nel brevissimo conviene prendere profitto e tornare a guardare il titolo nel terzo trimestre, vista anche la situazione nell‘Eurozona. Rimangono, comunque, ottimi risultati”.

Un altro analista ritiene che “probabilmente qualcuno si aspettava una guidance più forte e il titolo ha già corso moltissimo quest‘anno (+44% da gennaio, contro un mercato negativo). Penso, quindi, che si tratti solo di un po’ di profit taking”.

(Massimo Gaia)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below