Piquadro, ebit 3 mesi -34,6% a 1,3 mln euro su calo vendite Italia

martedì 7 agosto 2012 12:22
 

MILANO, 7 agosto (Reuters) - Piquadro ha chiuso i primi tre mesi dell'esercizio 2012/2013, terminati al 30 giugno 2012, con un ebit di 1,3 milioni di euro, in calo del 34,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Lo ha fatto sapere la società in una nota.

Nello stesso periodo, il fatturato è diminuito dell'8,6%, a 11,3 milioni di euro da 12,4 milioni.

L'ebitda si è attestato a 1,8 milioni di euro, contro 2,5 milioni al 30 giugno 2011.

"I risultati del trimestre risentono chiaramente della difficile situazione sul mercato domestico specialmente nel canale wholesale", ha commentato il presidente e Ceo del gruppo, Marco Palmieri.

Il mercato italiano, che assorbe circa il 70% dei ricavi del gruppo, ha visto una riduzione delle vendite del 15,6%.

Positivo invece l'andamento delle vendite sui mercati europeo ed extra europeo, con fatturato in crescita nel periodo rispettivamente del 15,7% e del 10,7%.

"Il trend positivo dei negozi di proprietà e dei mercati esteri ci rende fiduciosi circa il perseguimento delle strategie di espansione internazionale e di sviluppo del retail attraverso monomarca", ha aggiunto Palmieri.

Per quanto riguarda le prospettive sull'esercizio 2012/2013, l'evoluzione del gruppo è molto influenzata dallo scenario economico italiano, mentre la prevista apertura di un negozio nel centro di Parigi, e poi a Londra, punta "all'internazionalizzazione del marchio Piquadro".

"Il management sarà ed è impegnato a monitorare costantemente i costi operativi al fine di mantenere marginalità lorde superiori alla media del settore che diano la possibilità di maggiori impegni in attività di ricerca e sviluppo e nelle spese di marketing e nel retail", continua il comunicato della società.   Continua...