PUNTO 2-Astaldi vede debito fine 2012 a 600 mln da 660 mln in sem1 - Ad Cerri

mercoledì 1 agosto 2012 16:01
 

(Aggiunge previsione AD su andamento debito 2013-14)

ROMA, 1 agosto (Reuters) - Astaldi prevede che il debito del gruppo cali dal picco di 660 milioni visto con la semestrale diffusa oggi e si attesti a fine anno attorno a 600 milioni.

Lo ha detto l'Ad del gruppo di costruzioni e concessioni di grandi opere Stefano Cerri nella conference call in corso sulla prima semestrale 2012.

Cerri ha ricordato che il debito è oggi 373 milioni per il segmento costruzioni, e - correggendo quando detto in precedenza e indicato nelle slide, 288 milioni (e non 228 ) per le concessioni.

"Per la fine dell'anno prevediamo che il livello di indebitamento si attesti intorno ai 600 milioni, quindi un pochino più basso. Abbiamo toccato il picco", ha detto.

Rispondendo poi alla domanda di un analista, Cerri ha spiegato che l'aumento del debito rispetto al piano precedente è legato a maggiori investimenti non programmati, come la maggiore quota nella Brescia Padova, il cui investimento è salito a 120 milioni dai 50 iniziali e quello per la realizzazione delle opere per l'aeroporto di Bodrum in Turchia "che ad oggi ha un impatto oneroso sul nostro indebitamento, ma che prevediamo potrà avere uno sviluppo positivo".

Quindi è prevedibile una crescita del debito anche nel 2013, chiede l'analista? "Ci sarà una maggiore incidenza dell'indebitamento anche nel 2013 e prevediamo che si riallinei dal 2014 in avanti e come abbiamo avuto accelerazioni di investimenti, circa 240 milioni di maggiori investimenti, prevediamo anche di accelerare la dismissione di asset maturi", ha detto Cerri.

"Abbiamo in corso delle trattative, ancora in fase troppo preliminare per essere diffuse come informazione", ha aggiunto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia