1 agosto 2012 / 10:24 / 5 anni fa

PUNTO 2-Fiat Industrial, utile meglio di attese, forte Iveco

* Risultati trimestre meglio di attese, forte Iveco

* Gruppo continua a guardare Navistar

* Ristrutturazione stabilimenti Europa, accordo a Ulm (Aggiunge dichiarazioni, contesto)

MILANO, 1 agosto (Reuters) - Fiat Industrial ha chiuso il secondo trimestre 2012 con utile della gestione ordinaria a 631 milioni, migliore delle attese degli analisti, soprattutto grazie a Iveco sostenuta da tagli dei costi.

I ricavi salgono del 5,4% a 6,6 miliardi, l'utile netto a 256 da 239 milioni.

Il debito industriale netto si attesta a 1,963 miliardi, la liquidità a 5,7 miliardi.

Il risultato della gestione ordinaria di Cnh convertito in euro secondo i principi contabili europei è pari a 481 milioni, quello di Iveco a 127 milioni.

Secondo il consensus elaborato da Fiat, gli analisti attendevano un utile di gestione ordinaria a 575 milioni per il gruppo, a 455 milioni per Cnh, a 90 milioni per Iveco.

Il pretasse di gruppo era previsto a 475 milioni, il netto a 285. Debito netto industriale a 1,655 miliardi.

Fiat Industrial chiude in calo dello 0,25% a 7,98 euro con scambi in linea con la media giornaliera, Cnh, alle 18 italiane, sale del 3%.

"Cnh ha peggiorato le previsioni sui mercati di riferimento", dice un analista.

"Fiat Industrial ha registrato invece dati migliori alle previsioni, in parte per la conversione dei risultati della controllata Usa con i principi contabili europei, in parte grazie a numeri Iveco più forti delle attese".

Cnh prevede, per l'anno, che i settori macchinari agricoli e macchinari movimento terra siano stabili o in calo del 5% in termini di volumi. Il trimestre precedente il gruppo aveva indcato per i due settori rispettivamente da piatto a +5% e per le macchine movimento terra +5-10%.

GUARDA ANCORA A IPOTESI NAVISTAR

Il gruppo ribadisce che sta valutando l'ipotesi di un interesse per Navistar e ritiene sarebbe in grado di affrontare la crisi del gruppo Usa dei mezzi pesanti.

"Se la domanda è se saremmo in grado di trattare una situazione come quella di Navistar, la risposta è sì", ha detto il presidente di Fiat Industrial, Sergio Marchionne, nella conference call con gli analisti.

"Se Fiat Industrial intende impegnarsi in un'operazione del genere è tutta un'altra questione, l'analisi sta proseguendo e oggi non abbiamo niente da annunciare", ha aggiunto.

Navistar a fine giugno ha adottato una "poison pill" per rendere più difficile a eventuali investitori salire al 15% del capitale, dopo l'annuncio che MHR Fund Management LLC la settimana prima aveva raggiunto il 13,6%, una quota superiore all'11,9% di Carl Icahn.

PIANO RISTRUTTURAZIONE STABILIMENTI, ACCORDO A ULM

Iveco ha siglato oggi un accordo allo stabilimento di Ulm in Germania per il trasferimento della produzione di veicoli antincendio realizzata in altri impianti europei.

"Ulm cesserà la produzione di veicoli pesanti dal 3 agosto, l'accordo è stato firmato oggi", ha detto l'AD Iveco Alfredo Altavilla, nella conference call con gli analisti.

La società intende inoltre concentrare l'attività sui mezzi pesanti a Madrid, con un aumento dell'utilizzo della capacità dal 23 a oltre il 70% e un risparmio di costi per 55 milioni, secondo le slide della presentazione.

Il piano prevede la chiusura degli stabilimenti di Graz (Austria), Weiswell e Gorlitz (Germania), Chambery (Francia) e il trasferimento della loro produzione a Ulm.

La società sta trattando anche per gli altri siti produttivi ed molto vicina alla firma a Graz.

CNH, A COMITATO INDIPENDENTI DECISIONE SU INTEGRAZIONE

Cnh ha nominato un comitato di indipendenti per valutare l'integrazione con Fiat Industrial.

"Sul progetto con Cnh penso che cominceremo a interfacciare nel terzo trimestre", ha detto Marchionne, confermando l'obiettivo di chiudere entro fine anno.

Il cda ha nominato uno speciale comitato di indipendenti, che farà una raccomdazione al cda che a sua volta farà una raccomandazione agli azionisti, dice la nota Cnh sui risultati, in merito all'operazione con Fiat Industrial.

(Stefano Rebaudo)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia



Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below