31 luglio 2012 / 15:33 / 5 anni fa

PUNTO 1 - Italcementi rafforza piano riduzione costi in sem2 - DG

(Aggiunge dettagli da conference call)

MILANO, 31 luglio (Reuters) - Italcementi rafforza il piano originale di riduzione dei costi con ulteriori azioni che dovrebbero comportare per il secondo semestre dell'anno un impatto positivo sul margine operativo lordo corrente di 25 milioni.

Lo ha detto il direttore generale del gruppo, Giovanni Ferrario, nel corso della conference call sui risultati del primo semestre.

Il gruppo produttore di cemento ha individuato una serie di nuove azioni per tagliare i costi, specifiche per ogni paese dove è presente, per contrastare la debolezza dei volumi superiore alle attese e riuscire a rispettare la guidance 2012, ovvero di raggiungere margini operativi in linea con quello del 2011.

Si tratta, ha spiegato Ferrario, di ulteriori interventi da attuare a breve termine in particolare sui prezzi, sulle spese di manutenzione, sui costi fissi e variabili, "da aggiungere al target dei 100 milioni" fissato nel piano originale al 2012 e che resta confermato.

"C'è un calo dei volumi e per affrontare questo abbiamo dei programmi di intervento nel secondo semestre per recuperare i risultati portare l'Ebitda 2012 al livello 2011", ha aggiunto il manager.

Nel primo semestre la debolezza dei volumi e l'aumento dei costi variabili hanno hanno avuto un impatto negativo sul margine operativo lordo che è sceso dell'11,8% anche per la scelta di cedere minori quote di Co2.

PEGGIORA OUTLOOK VOLUMI 2012 IN EUROPA, BENE USA

Nel settore delle costruzioni il peggioramento delle domanda nei paesi dell'area euro ha portato il gruppo a rivedere al ribasso l'outlook sui volumi, pur confermando le stime positive suil fronte prezzi.

In particolare, in Italia, Spagna e Grecia, il mercato dovrebbe registrare nell'anno un calo dei volumi di oltre il 20%, maggiore rispetto al precedente outlook.

Se confermate, si tratterà di una riduzione dei volumi del 45% in Italia rispetto ai picchi del 2006 e del 75% in Spagna e Grecia.

Anche in Francia i volumi dovrebbero scendere più di quanto previsto in precedenza, in un range del 5-10%.

Confermate invece le prospettive del mercato Usa dove i volumi sono visti in progresso dell'1,5-5%.

"Non è facile mantenere la struttura dei prezzi quando il mercato scende ma stiamo agendo in modo continuo e monitoriamo la situazione giorno per giorno con un approccio selettivo", ha detto Ferrario.

Nei mercati emergenti il buon andamento della domanda non offre spunti di preoccupazione. In questo contesto viene confermato l'outlook sui volumi in Egitto, Thailandia, India e Kazakhstan, mentre vengono abbassate le previsioni sul Marocco e Bulgaria.

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below