PUNTO 2-Indesit va in rosso in trim2, vede Ebit 2012 intorno a 90 mln

giovedì 26 luglio 2012 17:03
 

(Aggiunge dettagli da conference: vendite luglio, previsioni indebitamento)

MILANO, 26 luglio (Reuters) - Indesit ha archiviato il secondo trimestre con una perdita netta di pertinenza di 10 milioni e un Ebit in forte calo nonostante i ricavi in leggera crescita.

E' quanto si legge in una nota della società, che prevede per l'intero esercizio un miglioramento del fatturato del 2% circa e un Ebit intorno a 90 milioni.

Nel secondo trimestre la perdita netta è stata pari a 10 milioni, rispetto a un utile di 12 milioni di un anno prima e di 10,9 milioni del primo trimestre, mentre i ricavi sono cresciuti dell'1,1% a 685 milioni (da 677,3 milioni).

Durante la conference call con gli analisti, l'AD Marco Milani ha detto che da maggio si è iniziato a vedere un trend positivo del fatturato e che a luglio le vendite sono stimate in crescita del 5% rispetto a un anno prima.

Tra aprile e giugno, sempre secondo la nota, l'Ebit è sceso a 2,2 milioni di euro, dai 23,1 milioni di un anno prima. Esclusi gli oneri non ricorrenti, il margine operativo è stato pari a 10,3 milioni, in calo dai 26,1 milioni del corrispondente periodo del 2011.

L'aumento dei ricavi e l'attestarsi della quota di mercato sopra il 13% hanno beneficiato "del successo dei nuovi prodotti Hotpoint e delle performance particolarmente positive in alcuni paesi, come UK, Russia, Polonia e Turchia". Il margine operativo è stato invece penalizzato dall'andamento negativo dei prezzi di vendita, spiega la nota.

L'indebitamento finanziario netto al 30 giugno era pari a 430,8 milioni di euro, dai 452,7 milioni del 30 giugno 2011.

Durante la conference call, i vertici della società hanno previsto un indebitamento finanziario netto a fine 2012 intorno ai 250-280 milioni di euro. A fine 2011 l'indebitamento era di 218,2 milioni.   Continua...