24 luglio 2012 / 18:10 / 5 anni fa

PUNTO 1-Pop Milano, target utile 2015 a 270 mln, taglia 700 risorse

(Aggiunge dettagli)

MILANO, 24 luglio (Reuters) - Pop Milano annuncia il nuovo piano industriale al 2015 centrato anche sulla semplificazione societaria e taglio dei costi al termine del quale l'utile netto consolidato dovrebbe attestarsi a circa 270 milioni di euro rispetto alla perdita di 614 milioni del 2011.

Sul fronte del personale è prevista una riduzione di 700 risorse nell'orizzonte del piano con un costo stimato in discesa del 10% rispetto alla prevista crescita inerziale.

Per effetto anche degli interventi sui costi amministrativi l'istituto stima risparmi per circa 65 milioni nel 2015 rispetto al 2011 (Cagr -1,6%) raggiungendo un rapporto cost to income al 56% dal 77% del 2011.

Il target dei proventi operativi è di circa 1,76 miliardi di euro con un Cagr del 6,9%.

Tra le azioni manageriali previste la banca segnala una "significativa crescita di redditività sui segmenti core, pur in un mercato difficile", con un incremento dei ricavi da commissione per il segmento delle piccole imprese.

Gli impieghi totali sono previsti mediamente in crescita dell'1%, con un decremento nel comparto large corporate (Cagr -8,5%) e un peso del settore immobiliare che scenderà al 21% da dal 24%.

SEMPLIFICAZIONE STRUTTURA, -25% NUMERO DIRIGENTI

Sotto il profilo delle struttura le azioni volte alla semplificazione societaria vedono "la creazione di una banca unica, commerciale, moderna e multicanale con valorizzazione dei singoli marchi".

Verranno inoltre semplificate le strutture di sede e di rete attravero la riduzione dei livelli gerarchici intermedi. In particolare è previsto un taglio del 25% del numero dei dirigenti con un riallineamento dei livelli retribuitivi sulla base dei "benchmark esterni".

Complessivamente gli interventi sul personale riguarderanno 3.000 persone di cui 2.300 avviate a piani di riconversione e formazione. La banca prevede un incentivo all'esodo di chi possiede i requisiti pensionistici e di adesione al Fondo di Solidarietà, mentre il restante personale verrà riallocato.

RAFFORZAMENTO CAPITALE, LIQUIDITA'

Sul fronte patrimoniale il Core tier 1 è atteso a oltre il 9% dall'8% di fine 2011.

La banca punta a ottenere la parziale o totale eliminazione delle penalizzazioni nella ponderazione degli attivi introdotti dalla Banca d'Italiia, l'ottimizzazione delle RWA e il passaggio a modelli interni per il calcolo degli assorbimenti patrimoniali.

La posizione di liquidità sarà incrementata attraverso la riduzione del loan to deposit ratio (da 102% a 97% nel 2015) e l'ottimizzazione degli asset eligible in BCE.

Per il testo integrale del comunicato i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below