Pop Milano, piano prevede 1.000-1.300 esuberi - fonti sindcali

martedì 24 luglio 2012 13:10
 

MILANO, 24 luglio (Reuters) - Il piano industriale al 2015 di Pop Milano prevede 1000-1300 esuberi di cui 700 da prepensionare attraverso il Fondo di solidarietà in cinque anni mentre altri 100 dovrebbero lasciare il gruppo in quanto hanno già maturato il diritto alla pensione.

Lo riferiscono alcune fonti sindacali precisando che ancora non ci sono stati incontri ufficiali con la società e che pertanto le stime sono frutto di alcuni colloqui informali in attesa dell'ufficializzazione del piano che oggi è al vaglio dei consigli dell'istituto e domani sarà illustrato alla comunità finanziaria.

"La banca parla di circa un migliaio di esuberi di cui 800 da prepensionare nell'arco di cinque anni", dice una fonte che quantifica il costo per il ricorso al Fondo di solidarietà poco sopra i 200 milioni di euro.

Secondo un'altra fonte "complessivamente sono circa 1.300 le persone interessate dal piano tra prepensionamenti, ricollocamenti e interventi sulle filiali".

Nessun commento da parte della banca.

Quanto alla riorganizzazione della struttura, secondo la prima fonte il piano non prevede la chiusura di sportelli, ma "uno snellimento organizzativo del modello distributivo con un impatto sugli organici".

La rete viene ridisegnata con "la creazione di filiali capofila e sportelli satellite", spiega la fonte, in un processo riorganizzativo che in tutto "dovrebbe coinvolgere circa 3.000 lavoratori".

(Andrea Mandalà)   Continua...