Pop Milano corre in controtrend dopo voci su nuovo piano

martedì 24 luglio 2012 10:53
 

MILANO, 24 luglio (Reuters) - Pop Milano sfida l'impostazione negativa del listino principale e del settore bancario italiano ed europeo (-0,5%), arrivando a guadagnare oltre il 5% dopo le ultime indiscrezioni sul piano industriale 2012-2015 al vaglio dei consigli oggi.

Il titolo, che da inizio anno è cresciuto del 7% circa, scambia tuttavia con volumi risicati dopo aver toccato un massimo di seduta a 0,34 euro.

Oggi il Messaggero parla di un migliaio di esuberi - di cui 700-800 esodati attraverso il Fondo di Solidarietà e altri 200-300 ricollocati - e di utili superiori a 250 milioni a fine piano.

La banca non commenta le indiscrezioni stampa.

La stima sugli utili, in particolare, risulta di gran lunga superiore alle previsioni di un broker che definisce il piano "a prima vista particolarmente ambizioso".

Viceversa, per un altro broker, "se confermato, il target 2015 non sarebbe significativamente superiore alle aspettative degli analisti. Più che sui target finanziari, secondo quest'ultimo, gli investitori concentreranno la propria attenzione sul tema del capitale, in particolare la tempistica del rimborso dei "Tremonti bond", anche per le ricadute sui rating.

Un altro analista, per cui il titolo tratta con uno sconto del 72% sul proprio core capital, prevede infine un utile netto superiore a 175 milioni e core tier 1 ratio di 8,7%.

Intorno alle 10,30 Pop Milano guadagna in borsa il 2,6% a 0,3275 euro avendo scambiato circa il 18% di quanto viene trattato in media in un'intera seduta. Il Ftse Mib arretra dello 0,45%.

Il piano sarà presentato domani alla comunità finanziaria.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia