July 11, 2012 / 12:13 PM / 5 years ago

PUNTO 1-Banche, impieghi maggio risentono crisi economia, spread- Abi

3 IN. DI LETTURA

(Aggiunge dettagli da conferenza stampa)

ROMA, 11 luglio (Reuters) - Gli impieghi delle banche italiane risentono della crisi della economia e dell'andamento dello spread e in maggio hanno mostrato un lieve incremento nel segmento per le famiglie e una flessione per quelli erogati alle imprese.

Lo ha rilevato il presidente dell'Abi Giuseppe Mussari nella sua relazione all'assemblea annuale.

"Oggi gli impieghi risentono dell'andamento dello spread e della difficile fase dell'economia italiana e specialmente della contrazione degli investimenti", ha detto Mussari che ha citato per maggio l'incremento dell'1,3% dei finanziamenti alle famiglie su base annua e la lieve flessione del credito alle imprese.

"A fine di maggio 2012 i finanziamenti erogati dalle banche italiane alle imprese, sul totale dei finanziamenti all'economia, risultano pari al 59%, a fronte del 47,3% della media dell'area dell'euro", ha osservato il presidente dell'Abi.

Restano alte le sofferenze, fortemente accresciute, ha detto Mussari, per il peggioramento del ciclo economico e per la doppia recessione.

"Quelle lorde hanno raggiunto nello scorso mese di maggio i 111 miliardi (circa 15 miliardi in più su base annua). In rapporto agli impieghi pesano ora per il 5,6% con un picco pari al 10,5% per quanto riguarda gli impieghi alle famiglie produttrici", ha detto Mussari.

Il difficile contesto economico, ha spiegato Mussari in conferenza stampa, impone alle banche ancora un impegno a ristrutturare per aumentare la redditività non potendo contare sulla crescita dei volumi intermediati.

Le banche comunque, ha detto Mussari "se la giocano in Europa. Va bene più concorrenza ma serve un terreno di gioco livellato".

Camillo Venesio, uno dei vice presidenti per il prossimo biennio, ha chiarito che la convergenza verso una vigilanza bancaria comune in Europa sarà un vantaggio per il sistema italiano. "Da noi è benvenuto, abbiamo solo da guadagnare perchè in Italia le regole sono state sempre applicate in modo più rigoroso".

Mussari ha detto nel suo intervento in assemblea che l'Italia vale più di quanto non esprima il livello alto dello spread. "Spread alto significa meno credito, credito più caro e in definitiva meno crescita. E' frutto di errori passati e di speculazione e si combatte con rigore, crescita e cooperazione", ha detto Mussari che, concordando con Monti, ha detto che l'Italia ha realizzato "profonde e positive riforme".

Queste riforme hanno bisogno di tempo per mostrare i loro effetti, ma nel frattempo, ha detto Mussari, "L'Europa deve porre in essere misure per comprare questo tempo necessario".

In questo senso le banche danno un giudizio positivo di quanto uscito dal Consiglio Europeo di fine giugno, "ma è necessario dare prontamente attuazione a quelle misure. Sembra che il senso dell'urgenza dettato dai mercati non trovi ancora pieno riscontro in ordine alle decisioni".

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below