PUNTO 1-Edison, aumenta rosso in trim1, balzano ricavi su forza E&P

venerdì 27 aprile 2012 14:11
 

* Società si rafforza con nuove scoperte idrocarburi in Norvegia

* Ebitda 2012 atteso fra 1,1 e 1,2 mld euro

* Domanda gas in calo del 2,2% in trim1 (Aggiunge altri dettagli)

MILANO, 27 aprile (Reuters) - Il gruppo Edison ha chiuso il primo trimestre con una perdita netta di 51 milioni di euro rispetto al rosso di 20 milioni nello stesso periodo 2011, mentre l'Ebitda si attesta a 160 milioni da 163 milioni nel primo trimestre 2011, secondo un comunicato che sottolinea come i valori del 2011 e del 2012 sono stati predisposti escludendo il contributo di Edipower, società che sarà ceduta a Delmi a partire dal primo di luglio.

I ricavi del gruppo crescono del 13% a 3,121 miliardi di euro, grazie all'incremento registrato dalla Filiera Idrocarburi che è balzata del 32,1% a 1.996 milioni e ha in parte mitigato la contrazione dei ricavi della Filiera Energia Elettrica (-7,8% a 1.548 milioni.

In questo comparto Edison ha rafforzato ulteriormente le proprie attività con nuove scoperte per 18 miliardi di metri cubi di gas (quota Edison 20%) e fino a 160 milioni di barili di olio (quota Edison 15%) di riserve stimate. In particolare, il comunicato dà dettagli di due scoperte nel mar di Norvegia e di tre nuove licenze di esplorazione di idrocarburi nella piattaforma continetale norvegese messe in gara dal ministero del Petrolio e dell'Energia norvegese.

L'indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2012 ammonta a 4.028 milioni di euro rispetto ai 3.884 milioni rilevati alla fine del 2011. La società precisa che la cessione della partecipazione in Edipower consentirà di migliorare l'indebitamento finanziario netto di Edison di circa 1,1 miliardi di euro.

In considerazione della persistente forte pressione competitiva sia nel comparto gas che in quello energia elettrica e del permanere di una situazione di domanda debole, Edison sottolinea che l'Ebitda dell'intero esercizio 2012 è atteso collocarsi in una forchetta compresa fra 1.100 e 1.200 milioni di euro, incluso il pieno effetto della rinegoziazione dei contratti per l'acquisto di gas dalla Libia e dal Qatar. (Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia