Parmalat, lodo canadese pesa su utile 2011, rinviata assemblea

venerdì 13 aprile 2012 17:59
 

MILANO, 13 aprile (Reuters) - Il Cda di Parmalat, a seguito del lodo arbitrale canadese, ha deliberato di modificare il bilancio consolidato 2011 con un effetto economico di 53,9 milioni di euro, si legge in una nota.

L'utile di gruppo è quindi pari a 170,4 milioni. Il 9 marzo Parmalat aveva annunciato di aver chiuso l'esercizio 2011 con un utile netto di 224,3 milioni.

Il consiglio si è riunito oggi per esaminare e approvare gli aggiornamenti da introdurre nel bilancio e nelle relazioni di bilancio 2011, a seguito della decisione del Consiglio di Stato sulla controllata Centrale del Latte di Roma e del lodo arbitrale canadese.

Nell'arbitrato promosso da Ontario Teachers Pension Plan Board nei confronti di Parmalat Canada, relativamente al Liquidity Payment Agreement stipulato il 29 giugno 2004, il 26 marzo 2012 l'arbitro unico ha emesso un lodo favorevole a OTTP e non si è pronunciato sull'ammontare del pagamento dovuto. Parmalat in quell'occasione ha fatto sapere di star analizzando la decisione dell'arbitro, anche al fine di valutare i rimedi disponibili, inclusa l'opportunità di proporre appello.

Il consiglio odierno ha inoltre aggiornato la proposta di destinazione dell'utile, tenendo conto delle variazioni nel frattempo intervenute nel capitale sociale (che passa da 1.755.527.725 euro a 1.757.481.627 euro), fermo restando l'importo unitario complessivo (pari a 0,10 euro per azione) dell'utile e della riserva da distribuire.

Al fine di rispettare i termini dell'informativa pre-assembleare, il Cda ha deliberato la revoca dell'assemblea ordinaria e straordinaria prevista per il giorno 20 aprile e ha convocato una nuova assemblea, con il medesimo ordine del giorno, per il 31 maggio, in un'unica convocazione.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

  Continua...