SINTESI-Fiat, vede break-even marchi generalisti Europa - AD

mercoledì 4 aprile 2012 18:50
 

(Aggiunge dichiarazioni, esito assemblea)

TORINO, 4 aprile (Reuters) - Fiat non intende ridurre l'impegno in Italia e in Europa e prevede che la parte in perdita del gruppo, cioè i marchi Fiat, Lancia e Alfa Romeo, che operano nell'area Ue27-Efta, arriveranno a break-even entro il 2014.

Lo ha detto l'AD Sergio Marchionne, durante l'assemblea degli azionisti, dopo aver ribadito i target 2012, annunciati a febbraio, e aver detto che la crisi europea genera dubbi sulle ipotesi in termini di volumi del piano di sviluppo e che Fiat si pronuncerà sull'argomento a fine del terzo trimestre.

L'assemblea ha approvato la conversione delle azioni di risparmio e privilegiate, primo passo per la fusione con Chrysler.

"L'indebolimento del mercato ha generato dubbi circa le assunzioni in termini di volumi su cui si basa il mercato nel suo complesso e di conseguenza i piani di sviluppo del gruppo fino al 2014", ha detto Marchionne, parlando dell'Europa.

"Prevediamo di poter articolare appieno gli impatti derivanti dalla situazione economica nella zona euro sul nostro piano al 2014 in occasione della comunicazione dei risultati del terzo trimestre", ha aggiunto.

Fiat, a fine dei nove mesi, dà generalmente indicazioni sull'andamento futuro del gruppo.

MARCHI GENERALISTI A BREAK-EVEN, CONFERMA TARGET 2012   Continua...