Mps volatile dopo risultati 2011, trader perplessi su costi trim4

giovedì 29 marzo 2012 09:44
 

MILANO, 29 marzo (Reuters) - Avvio di seduta all'insegna della volatilità per MontePaschi. Il mercato ha accolto la pubblicazione dei risultati 2011 in modo incerto, ma ora pare dare maggiore peso agli aspetti negativi.

Dapprima, infatti, il titolo è sceso, arrivando a perdere quasi tre punti percentuali. Poi si è portato in territorio positivo. Ora è tornato in calo. Attorno alle 9,45, Mps perde il 2,3%, a 0,3527 euro, dopo aver oscillato fra 0,3512 e 0,3632 euro. Intensi gli scambi: sono passati di mano oltre 61 milioni di pezzi, contro una media dell'intera seduta di 255,531 milioni negli ultimi trenta giorni.

Un trader afferma che "Mps non piace troppo in generale da tempo, vedremo se cambia qualcosa... tra l'altro, è un momento di mercato difficile".

Un altro operatore non ha una motivazione per il rialzo registrato ad un certo punto: "Non capisco perché salga".

Fabrizio Bernardi, analista di Fidentiis Equities, commenta: "A parte i margini di interesse, tutto il resto è negativo. Le commissioni nette scendono in modo drastico. Un dato davvero preoccupante è che in un solo trimestre i prestiti alla clientela sono precipitati di 10 miliardi di euro. La mancata distribuzione di un dividendo era ampiamente attesa".

In una breve nota, un dealer sottolinea la debolezza dell'utile core ante imposte e il dato sul Core Tier 1 al netto dei Tremonti bond.

Un altro trader pone l'accento sui costi operativi decisamente più alti delle attese nel quarto trimestre, con "una stagionalità non credibile (+16%), e sulle perdite sui crediti sempre dell'ultima parte dell'anno scorso (470 milioni, contro stime di 374 milioni)".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia