27 marzo 2012 / 18:08 / 5 anni fa

PUNTO 1-Finmeccanica, perdita netta 2011 a 2,306 mld da utile 557 mln 2010

(Aggiunge dichiarazioni Orsi, Pansa)

ROMA, 27 marzo (Reuters) - Finmeccanica nel 2011 ha avuto una perdita netta di 2,306 miliardi (dai 557 milioni di utile del 2010) sulla quale hanno inciso "oneri non ricorrenti" per 2,086 miliardi.

È quanto si apprende da una nota emessa al termine del cda che ha esaminato i risultati consolidati del 2011.

Il dato è in linea con quanto annunciato da Reuters ai primi di marzo quando fonti interne avevano parlato di una perdita netta pari a circa 2,3 miliardi.

Gli oneri non ricorrenti del 2011 derivano per 4 milioni dagli elicotteri, 884 dall'elettronica per la Difesa, 645 dall'aeronautica, 4 dallo spazio, 5 dai sistemi della Difesa, 45 dall'energia, 463 dai trasporti, 36 da altre attività.

L'Ebita adjusted è negativo per 216 milioni (rispetto ai 1.589 milioni positivi del 2010) che risente di "accantonamenti e svalutazioni ed extracosti per un totale di 1.094 milioni nei settori aeronautica (B787 e C27J), spazio, elettronica per la Difesa e sicurezza, trasporti, sistemi di difesa". L'Ebit adj margin è -1,2% (da +8,5%).

L'Ebit è negativo per 2,386 miliardi.

I ricavi sono stati pari a 17,318 miliardi (da 18,695). Il portafoglio ordini si attesta a 46,005 miliardi (da 48,668).

L'indebitamento finanziario netto è pari a 3,443 miliardi (da 3,133 del 2010).

Per l'esercizio 2012 si prevedono Il ritono all'utile (come ha detto il direttore generale Alessandro Pansa nel corsod ella conferenza stampa al termine del cda), a parità di perimetro, ricavi compresi fra 16,9 e 17,3 miliardi di euro, l'Ebita adj a circa 1,1 miliardi, ordini per circa 17,5 miliardi. Nel 2012 si prevede un avanzo di cassa superiore a 900 milioni.

Nel corso della conferenza stampa il presidente Giuseppe Orsi ha detto che il piano di ristrutturazione dell'azienda, già annunciato, sarà portato avanti senza necessità di alcun aumento di capitale.

Per quel che riguarda le notizie odierne di colloqui con la giapponese Hitachi per la cessione delle aziende del settore ferroviario del gruppo, Orsi ha confermato di non voler commentare notizie di stampa, ribadendo che è intenzione di Finmeccanica dismettere Ansaldo Breda (non ha però citato Ansaldo Sts ). Pansa ha confermato il target aziendale di 1 miliardo entro il 2012 da dismissioni di asset dicendo che oggi l'azienda "è più confidente di arrivarci" rispetto al 15 novembre scorso quando l'obbiettivo fu riconfermato.

(Paolo Biondi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below