PUNTO 2-UniCredit torna in utile in trim4, Core Tier 1 sfiora 10%

martedì 27 marzo 2012 18:37
 

(Aggiorna con chiusura titolo, commento analisti, dichiarazioni Ghizzoni)

di Gianluca Semeraro

MILANO, 27 marzo (Reuters) - UniCredit torna all'utile nel quarto trimestre per 114 milioni battendo il consensus, elaborato sul sito web della banca stessa con 22 analisti, che indicava 30 milioni. I profitti sono comunque in calo del 64,5% rispetto a un anno prima.

L'intero 2011 invece si chiude come nelle attese con una mega perdita, pari a 9,2 miliardi, dopo poste negative straordinarie, in gran parte già annunciate nel terzo trimestre per 10,3 miliardi legate a svalutazioni su avviamento e marchi, perdite su investimenti e oneri di integrazione.

Nel quarto trimestre è stata effettuata un'ulteriore svalutazione sui titoli di stato greci per 70 milioni al netto delle imposte.

Il Cda ha confermato che non proporrà la distribuzione di un dividendo sull'esercizio 2011.

La banca non ha fornito un outlook per il 2012 ma in conference call l'AD Federico Ghizzoni ha spiegato che non c'è bisogno di rivedere i target del piano strategico annunciato a novembre nel loro complesso pur in presenza di un peggioramento delle stime sull'evoluzione del Pil in Italia.

Il titolo, dopo un'altalena iniziale, ha poi accelerato fino a toccare +3,5% per chiudere a +0,10% con volumi lievemente superiori alla media dell'ultimo mese, ripiegando in concomitanza con l'inversione di rotta di tutto il mercato. Lo stoxx europeo del settore ha chiuso a -0,34%.

"Si sta riposizionando sul titolo chi non aveva comprato per paura di brutte sorprese", è stato il commento a caldo di un trader.   Continua...