SINTESI-Effetto Edison su A2A: rosso 2011 a 420 mln, ma cedola a sorpresa

venerdì 23 marzo 2012 17:48
 

* Dividendo pari 0,013 euro

* Ritorno a utile atteso in 2012, pay out al 60%

* Edipower consolidata da 1 luglio, impatterà per 250 mln Ebitda

* Titolo sempre su minimi storici, chiude a -1,83% (Riscrive, aggiunge altri dettagli, dichiarazioni)

di Giancarlo Navach

MILANO, 23 marzo (Reuters) - A2A archivia il 2011 con una perdita di esercizio di 420 milioni di euro a causa delle svalutazioni per 627 milioni di euro legate al riassetto di Edison.

Nonostante questo risultato, il consiglio di gestione ha voluto sorprendere il mercato, proponendo comunque una cedola, seppure piccola, pari a 0,013 euro per azione, per un monte dividendi di 40 milioni che si confronta con i 300 milioni distribuiti del 2010. Alcune settimane fase l'assessore al Bilancio al comune di Milano, Bruno Tabacci, aveva previsto zero dividendi per quest'anno, lasciando di stucco l'altro socio forte, il comune di Brescia che invece puntava sulla cedola per rimpinguare le casse comunali alle prese con le ristrettezze di bilancio.

Il direttore generale del gruppo, Renato Ravanelli, ha tenuto a precisare che il consiglio non ha subito pressioni dai comuni, ai quali andranno 22 milioni di euro di cedola da 83 del 2010, "il Consiglio di gestione si è espresso nella massima libertà: abbiamo preso atto del buon andamento del risultato industriale e dell'apporto delle operazioni straordinarie. Ci siamo mossi in coscienza come amministratori della società, ma abbiamo voluto dare un piccolo segnale. La priorità del management nel 2012 è ridurre la posizione debitoria".

Depurato delle plusvalenze per cessioni di asset (39 milioni) e dalle svalutrazini, l'utile di esercizio è pari a 168 milioni. Il mol è sceso del 9,4% nell'anno a 942 milioni.   Continua...