Mediolanum, utile 2011 cala 70%, pesano svalutazioni Grecia,Mediobanca

giovedì 22 marzo 2012 13:22
 

MILANO, 22 marzo (Reuters) - Mediolanum archivia il 2011 con un utile netto in contrazione del 70% a 67 milioni per effetto delle rettifiche di valore per impairment dei titoli governativi greci in portafoglio, pari a 85 milioni e della partecipazione in Mediobanca, per 41 milioni.

Lo annuncia una nota ricordando che, escludendo queste componenti non ricorrenti, il risultato netto si sarebbe attestato a 193 milioni, in calo del 16% rispetto al dato corrispondente del 2010.

L'utile netto 2011 era atteso a 101,4 milioni secondo le previsioni di Thomson Reuters SmartEstimates.

Il cda ha anche deciso di proporre all'assemblea la distribuzione di un dividendo a saldo per 4 centesimi che si somma all'acconto già pagato a novembre di 7 centesimi per una cedola totale di 11 centesimi. Lo stacco della cedola è previsto il 21 maggio.

Il titolo, già in ribasso in linea con il benchmark Ftse Mib, è sceso sui minimi di seduta dopo la pubblicazione dei risultati per poi ridurre leggermente le perdite. Intorno alle 13,20 cede circa due punti percentuali a 3,62 euro dopo aver toccato un minimo a 3,5940 euro.

Per il testo integrale del comunicato diffuso dalla società, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia