Generali, titolo perde dopo conti leggermente sotto stime analisti

mercoledì 21 marzo 2012 11:21
 

MILANO, 21 marzo (Reuters) - Generali in calo a Piazza Affari dopo i risultati leggermente inferiori alle attese annunciati ieri, soprattutto per effetto delle ulteriori svalutazioni dei titoli greci in portafoglio nel quarto trimestre.

La compagnia assicurativa ha inoltre annunciato la distribuzione di un dividendo di 0,20 euro per azione, più che dimezzato rispetto alla cedola di 0,45 dell'anno scorso.

Alle 11,15, circa - mentre è in corso la conference call con gli analisti sui conti - il titolo perde il 2,58% a 12,83 euro fronte di un calo dello 0,36% dell'indice FTSE Mib mentre il paniere europeo degli assicurativi .SXIP> è piatto.

Volumi in progresso e pari a 4,8 milioni di pezzi trattati contro una media giornaliera di 7,7 milioni.

"I risultati sono un po' al di sotto delle aspettative ma rispetto ai nove mesi precedenti bisogna considerare il peso, nel quarto trimestre, delle ulteriori svalutazioni dei titoli greci in portafoglio" dice un analista che in particolare cita l'utile netto e il dividendo sotto il consensus.

Il gruppo assicurativo ha annunciato ieri di aver chiuso il 2011 con un risultato operativo di circa 3,9 miliardi e un utile netto di 856 milioni di euro, in calo rispetto a 1,7 miliardi del 2010, a causa di svalutazioni straordinarie per oltre 1 miliardo, riferibili principalmente ai bond greci e a Telco.

Quanto alle prospettive sul 2011 la compagnia triestina punta a raggiungere un risultato operativo di 3,9-4,5 miliardi nel 2012, con una crescita media del 10% su base omogenea. L'obiettivo di medio termine sarebbe quello di un risultato operativo superiore a 5 miliardi. "Se consideriamo un primo trimestre con una forte rivalutazione del portafoglio governativi italiani, direi che l'outlook per il 2012 è realizzabile, al peggio faranno 3,9 miliardi, che è quanto realizzato lo scorso anno", dice l'analista.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia