Fondiaria stima perdita 2011 a 925 mln euro, solvency ratio a 90%

venerdì 23 dicembre 2011 21:32
 

MILANO, 23 dicembre (Reuters) - Fondiaria Sai chiuderà il 2011 con un perdita stimata a 925 milioni di euro e un margine di solvibilità sotto la soglia minima regolamentare, attorno a 90%.

Lo si legge nel comunicato emesso dopo che il cda ha approvato un aumento di capitale tra 600 e 750 milioni di euro da attuare entro marzo 2012 con obiettivo di portare il margine di solvibilità ad almeno il 120%. Il nuovo piano industriale dovrà essere approvato entro gennaio.

Il calo del margine di solvibilità è dovuto all'adeguamento delle riserve sinistri del ramo danni (660 milioni) e alle perdite di valore degli investimenti (350 milioni per l'adeguamento di valore del portafoglio azionario ed obbligazionario). Pesano anche svalutazioni di immobili per 165 milioni e di avviamenti stimate in 120 mln.

Mediobanca si è incaricata di promuovere il consorzio di garanzia per l'aumento di capitale.

(Andrea Mandalà) (redazione Milano)