Impregilo, utile netto 9 mesi a 58,7 mln, ricavi stabili

mercoledì 9 novembre 2011 13:37
 

MILANO, 9 novembre (Reuters) - Impregilo chiude i primi nove mesi dell'anno con un utile netto di pertinenza del gruppo di 58,7 milioni di euro rispetto ai 114,1 milioni dello stesso periodo dell'esercizio precedente, che aveva beneficiato di poste straordinarie.

I ricavi totali ammontano complessivamente a 1.518,1 milioni, sostanzialmente stabili rispetto ai 1.511,6 milioni dell'anno scorso, il risultato operativo si attesta a 122,5 milioni da 181,2 milioni (comprensivi di voci non ricorrenti).

L'utile netto dei primi nove mesi 2010, ricorda una nota, aveva beneficiato degli effetti di natura non ricorrente relativi alla cessione parziale della società controllata brasiliana Elog - che erano stati pari a circa 43 milioni - e alla cessione della concessionaria argentina Caminos de Las Sierras - pari a circa 65,5 milioni prima della rilevazione degli effetti fiscali.

L'indebitamento netto consolidato è pari a 596 milioni rispetto ai 313,4 milioni registrato al 31 dicembre 2010. Tale variazione, si legge nel comunicato, è allineata alle previsioni che il gruppo aveva effettuato all'inizio del periodo "al netto dell'ulteriore protrarsi, anche per i primi nove mesi del 2011, degli inadempimenti delle amministrazioni pubbliche coinvolte nell'ambito dei progetti RSU Campania che non hanno ancora consentito al Gruppo Impregilo il recupero delle somme a vario titolo ad esso dovute".

Il portafoglio complessivo del gruppo alla fine del periodo ammonta a 22 miliardi, di cui 9,6 miliardi nei settori Costruzioni e Impianti e 12,4 miliardi relativi al portafoglio a vita intera del settore Concessioni.

I primi nove mesi del 2011, sottolinea Impregilo, si sono conclusi in coerenza con le aspettative comunicate dal gruppo alla fine dell'esercizio precedente.

"Il portafoglio ordini complessivo, così come l'equilibrio evidenziato dalla propria struttura patrimoniale e finanziaria, supportano l'aspettativa del gruppo che anche i periodi successivi a quello oggetto di commento possano svilupparsi, salvo il verificarsi di eventi di natura straordinaria ad oggi non ragionevolmente identificabili, secondo le linee guida identificate alla fine del 2010", prosegue.

Per quanto riguarda la situazione attualmente evidenziata dal conflitto in Libia, "nel perdurare delle incertezze relative alla ripresa delle condizioni di stabilità del paese, si confermano le previsioni effettuate dal gruppo all'inizio del corrente esercizio che non considerano la ripresa dell'operatività in Libia ai fini delle proprie valutazioni di breve periodo".

La nota ricorda infine che Impregilo "si trova tuttora coinvolto in una complessa situazione operativa e giudiziaria relativa ai Progetti RSU Campania. Per la natura particolarmente complessa di tale situazione, che coinvolge le stesse istituzioni dello Stato e le amministrazioni pubbliche, non si può allo stato escludere che si manifestino in futuro accadimenti ad oggi non ragionevolmente prevedibili e tali da richiedere modifiche alle valutazioni sinora effettuate".   Continua...