RPT-Fideuram, netto consolidato 9 mesi cala a 137,9 mln

martedì 8 novembre 2011 14:38
 

(Elimina refusi in testo su raccolta netta e cost/income)

MILANO, 8 novembre (Reuters) - Banca Fideuram annuncia di aver chiuso i primi nove mesi dell'esercizio 2011 con un utile netto consolidato pari a 137,9 milioni di euro, in discesa rispetto ai 153 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso a causa delle svalutazioni sui titoli di Stato greci.

Lo dice una nota della società di asset management del gruppo Intesa Sanpaolo , secondo cui "se si esclude l'effetto negativo derivante dall'impairment dei titoli greci, l'utile lordo ha mostrato un andamento favorevole in tutti gli aggregati".

Tornando ai numeri, sempre al 30 settembre scorso la raccolta netta totale è pari a 1,2 miliardi da 1,6 mld dello stesso periodo 2010 e il numero complessivo dei 'private banker' sale a 4.828 da 4.349 al 31 dicembre.

Calano a 69,7 miliardi da 71,6 miliardi a fine dicembre le masse amministrate, salgono a 426,5 milioni le commissioni nette (395 milioni a fine dicembre), mentre il coefficiente 'cost/income' passa a 45,2% da 48,8% al 30 settembre 2010.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato in forma integrale cliccando su

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia