6 maggio 2009 / 17:56 / 8 anni fa

PUNTO 1 - Italcementi, trim1 difficile, miglioramento a marzo

(Cambia titolo, aggiunge altri dettagli da nota, commento analista)

MILANO, 6 maggio (Reuters) - Italcementi ITAI.MI chiude il primo trimestre 2009 con una perdita netta di competenza di 12,7 milioni di euro da un utile di 38,7 milioni dei primi tre mesi del 2008, periodo ancora non toccato dalla crisi economica.

Lo riferisce una nota della gruppo cementiero che, a causa dell'incertezza sull'evoluzione della congiuntura economica, non fa previsioni sull'andamento dell'intero anno mentre stima una secondo trimestre in linea con il primo.

Secondo un analista che preferisce non essere citato i risultati sono leggermente superiori alle stime: "Non sono mnale se si ragiona sulla top line anche rispetto ad altri player italiani e esteri", dice.

Nei primi tre mesi dell'anno il gruppo cementiero ha registrato un utile di 20,1 milioni da 82,2 milioni rispetto all'anno precedente (-75,6%).

La differenza con il risultato di competenza dipende dal peso maggiore dei risultati positivi di società in cui vi è una quota significativa di azionisti terzi (in particolare le società egiziane) a fronte di perdite di società con quote piccole o nulle detenute da minoranze, spiega la nota.

Il generale calo del mercato mondiale dei materiali da costruzione ha causato un calo dei volumi di vendita (-12,8% per cemento e clinker, -23,9% per gli inerti) soprattuto nei nei primi due mesi dell'anno a fronte del quale i ricavi consolidati sono scesi dell'11,1% a 1,2 miliardi.

In particolare le maggiori flessioni si sono registrate in Italia e Francia mentre i ricavi sono aumentati nei paesi emergenti. Un leggero miglioramento della situazione si è visto nel mese di marzo in modo tale da potere "registrare una parziale attenuazione del trend negativo che ha caratterizzato la prima parte dell'anno", spiega la società.

Il margine operativo lordo corrente del trimestre si attesta a 188,9 milioni e il risultato operativo a 64,6 milioni, in calo rispettivamente del 27% e del 57,3%, influenzati oltre che dai minori volumi da un aumento dei costi variabili.

Per il secondo trimestre in corso Italcementi prevede un andamento "in linea con quello del primo trimestre, scontando un calo dei volumi di vendita, un livello del prezzi relativamente stabile e gli effetti derivanti dall'uso dello stock di combustibili acquistati a suo tempo ad un livello di prezzi più alto".

Il secondo semestre del'anno, che si confronterà con un secondo semestre 2008 già in calo, dovrebbe essere "meno difficile" se viene confermata la tenuta dei prezzi e tenuto conto dei primi benefici degli interventi governativi a sostegno dell'economia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below