Juventus chiude esercizio in utile, passa in nero anche Ebit

giovedì 6 agosto 2009 20:00
 

MILANO, 6 agosto (Reuters) - Juventus (JUVE.MI: Quotazione) ha chiuso l'esercizio 2008/2009 al 30 giugno con un utile netto di 6,6 milioni di euro contro la perdita di 20,8 milioni dell'esercizio precedente.

I ricavi sono cresciuti del 18% a 240,4 milioni di euro, dice una nota della società calcistica che fa capo a Exor (EXOR.MI: Quotazione) del gruppo Agnelli.

Passa in positivo anche il risultato operativo a 13,8 milioni, contro un rosso di 10,3 milioni del precedente esercizio "per effetto principalmente della partecipazione alla Uefa Champions League (25,2 milioni euro) e dell'assenza della svalutazione relativa al diritto pluriennale alle prestazioni sportive del calciatore Andrade ( 6,8 mln nell'esercizio 2007/2008)", spiega il club bianconero.

La posizione finanziaria netta al 30 giugno è positiva per 25,5 milioni, (da 11,2 milioni del 2008) e tiene conto anche del debito di 16,6 milioni relativo al leasing finanziario a copertura dell'investimento nel centro sportivo.

Nel solo quarto trimestre la società ha registrato una perdita di 15,1 milioni, in miglioramento dal rosso di 20,3 milioni dello stesso periodo dell'esercizio precedente.

I ricavi nei tre mesi sono aumentati del 26,1% a 53,4 milioni grazie principalmente ai maggiori proventi da diritti radiotelevisivi.

La società fa sapere inoltre che a fine luglio sono stati sottoscritti 18.505 abbonamenti, incluse le prenotazioni, per un riicavo netto di 6,9 milioni.

Per leggere il testo integrale del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su [ID:nBIA0606f]