Prysmian brillante dopo risultati 9 mesi, broker positivi

venerdì 6 novembre 2009 13:27
 

MILANO, 6 novembre (Reuters) - Prysmian (PRY.MI: Quotazione) in deciso rialzo il giorno dopo la pubblicazione dei risultati dei primi nove mesi.

Attorno alle 13,20, il titolo del gruppo attivo nella produzione di cavi balza del 3,37%, a 12,56 euro, dopo aver segnato un massimo di 12,61 euro. Intensi gli scambi: sono passati di mano circa 1,3 milioni di pezzi, contro una media dell'intera seduta di 1,786 milioni negli ultimi trenta giorni.

Ieri, il gruppo guidato da Valerio Battista ha comunicato un calo del 12,1% dell'utile netto dei primi nove mesi dell'anno, mentre l'Ebitda adjusted è scivolato del 31,8%.

I broker evidenziano l'outlook positivo che è stato comunicato da Prysmian. Exane Bnp Paribas ha alzato il rating a "neutral" da "underperform", con target price portato a 14 da 12 euro. Nel report, Exane ricorda che il gruppo "ha detto che la domanda ha toccato il fondo", aggiungendo, però, che ci saranno miglioramenti limitati nella prima metà del 2010. Exane ha incrementato del 4% la stima sulle vendite dell'anno prossimo alla luce della "buona visibilità sul business Tranmission". Inoltre, l'utile per azione 2010 è stato aumentato del 19%.

Cheuvreux, che ha rating "outperform" e target price di 15 euro, riporta che "il terzo trimestre è stato leggermente migliore delle attese" grazie alla performance del business delle utilities. Il broker sottolinea che "l'outlook di mercato rimane difficile", ma Prysmian "ha una valutazione attraente".

Citigroup, che ha rating "buy" e target price di 15 euro, dice che l'assenza di notizie su Prysmian è buona notizia e aggiunge di "non attendersi un incremento significativo degli utili nel 2010".

Centrobanca, che ha rating "buy" e target price di 13,5 euro, pone l'accento sul "messaggio chiave della conference call", ovvero che "il punto di minimo del ciclo dovrebbe essere stato toccato e che stanno arrivando segnali di miglioramento degli ordini".

Infine, ESN, che ha rating "accumulate" e target price di 13,4 euro, scrive che "i risultati dei primi nove mesi sono sostanzialmente in linea con le nostre stime, ma con una profittabilità superiore". Pur restando positivo sul titolo, il broker sottolinea che "le inchieste Antitrust potrebbero rappresentare un elemento di incertezza".