PUNTO 1 -Italia, anche 2010 pesante per veicoli commerciali -Csp

venerdì 6 novembre 2009 17:15
 

(aggiunge commento presidente Anfia)

TORINO, 6 novembre (Reuters) - Le pesanti difficoltà registrate dalle vendite di veicoli commerciali in Italia sembrano destinate a continuare anche nel prossimo anno.

"Il 2009 si avvia a chiudere il bilancio del comparto con un calo delle vendite di almeno il 20%. D'altra parte non vi sono nel quadro economico elementi che possano determinare una ripresa della domanda, non solo nell'ultimo trimestre del 2009, ma neppure nel 2010", dice in una nota il Centro Studi Promotor (Csp).

A differenza dell'auto, il mercato dei veicoli commerciali non ha reagito in misura significativa agli incentivi alla rottamazione. "Ma questi, in scadenza il 31 dicembre, vanno certamente rinnovati per evitare un vero e proprio tracollo della domanda. Anzi occorrono misure aggiuntive, come l'inserimento degli autoveicoli tra i beni strumentali che possono essere acquistati con i benefici della Tremonti-Ter", aggiunge Csp.

La situazione pesante per il comparto e' sottolineata anche dalla associazione dei produttori italiani di auto (Anfia) che sollecita il rinnovo degli incentivi per il prossimo anno.

"Il protrarsi di una situazione molto difficile per il comparto dei veicoli commerciali leggeri ci spinge a ritenere indispensabile il rinnovo degli eco-incentivi in scadenza a fine 2009. Senza provvedimenti di sostegno alla domanda, infatti, i livelli di mercato attuali sono destinati a precipitare ulteriormente nel 2010", dice in una nota il presidente Anfia, Eugenio Razelli.