Tenaris, utile netto trim3 a -62%, calo superiore ad attese

venerdì 6 novembre 2009 08:26
 

BUENOS AIRES, 6 novembre (Reuters) - Gli utili di Tenaris (TENR.MI: Quotazione), leader globale nella produzione di condotte in acciaio per il settore energetico, sono calati oltre le previsioni nel terzo trimestre rispetto all'analogo periodo dello scorso anno.

Lo comunica una nota della società controllata dal gruppo argentino Technit.

L'utile netto del periodo luglio-settembre è stato pari a 237,3 milioni di dollari, un calo del 62% rispetto ai 631,2 milioni di un anno fa. Gli analisti interpellati da Reuters si aspettavano una diminuzione considerevole ma leggermente più contenuta, fino a un valore di 245 milioni.

La società fa sapere anche che i ricavi netti sono stati di 1,77 miliardi di dollari, contro i 3,01 miliardi del terzo trimestre 2008.

"I nostri risultati per il terzo trimestre riflettono la debolezza della domanda per il nostro genere di prodotti e servizi da parte dei clienti in tutte le regioni, sebbene in Medio Oriente e Africa si siano registrati modeste crescite anno su anno", dice la nota.

Le fortune di Tenaris sono legate a doppio filo a quelle dell'energia e all'andamento dei prezzi del petrolio, con questi ultimi che a metà 2008 hanno spiccato un balzo verso l'alto, dando il via a un'impennata nell'attività di perforazione.

Le quotazioni del greggio sono poi calate gradualmente dal record di 147 dollari al barile fino a 30 dollari, a causa della recessione globale. Al momento si aggirano intorno agli 80 dollari.