PUNTO 1-Fiat Chrysler, Ebit adjusted trim1 forte, ma pesa debito, titolo -3,5%

martedì 26 aprile 2016 16:32
 

(Aggiunge nuovi elementi da call Marchionne, contesto)

MILANO, 26 aprile (Reuters) - Fiat Chrysler (Fca) chiude il primo trimestre con margini sostenuti dalla buona performance dell'area Nafta, ma pesa il debito superiore alle attese e i timori che il Nord America sia destinato a rallentare a breve.

Nonostante le rassicurazioni dall'AD Sergio Marchionne e dal cfo Richard Palmer nella conference call con gli analisti, le azioni perdono terreno alla borsa di Milano.

Alle 16,30 Fca cala del 3,5% circa a 6,97 euro, con scambi per 31,1 milioni di pezzi, da una media giornaliera di 18,2 milioni.

Secondo la nota della società, nei primi tre mesi dell'anno, l'Ebit adjusted si attesta a 1,38 miliardi di euro, i ricavi a 25,57 miliardi, l'Eps a 0,338 euro, il debito netto industriale a 6,593 miliardi.

Le stime di consensus riportate da alcuni analisti indicano per il trimestre ricavi netti a 27,6-27,8 miliardi, Ebit adjusted a 1,1-1,23 miliardi, Eps a 23-24 centesimi.

I margini dell'area Nafta, che, nel primo trimestre, rappresentano quasi il 90% del totale, sono pari al 7,2% dei ricavi, dal 6,4% nel 2015 e dal 7,1% nel quarto trimestre del 2015. Nel primo trimestre del 2015, la percentuale era al 3,7%.

Fca conferma le previsioni sul 2016, che indicano ricavi netti superiori a 110 miliardi, adjusted Ebit superiore a 5 miliardi, utile netto adjusted superiore a 1,9 miliardi, debito netto industriale inferiore a 5 miliardi.

  Continua...