RPT-Fincantieri, 2015 in forte perdita, vede ritorno a utile in 2016, cedola in 2017

giovedì 31 marzo 2016 18:22
 

(Precisa anno 2015 in prima riga)

MILANO, 31 marzo (Reuters) - Fincantieri ha archiviato il 2015 con ricavi ed Ebitda in peggioramento e in forte perdita, ma prevede di tornare in utile nel 2016 e di tornare a distribuire i dividendi a partire dal 2017.

E' quanto si legge in una nota della società che, oltre a dare i risultati del gruppo per il 2015, ha reso noto i principali punti del piano industriale 2016-2020.

Più nel dettaglio i ricavi i ricavi sono scesi a 4,183 miliardi di euro dai 4,399 milioni di un anno prima. Gli ordini acquisiti sono però saliti a 10,087 miliardi, rispetto ai 5,639 miliardi del 31 dicembre 2014.

L'Ebitda 2015 è risultato negativo per 26 milioni rispetto ai +297 milioni realizzati l'anno precedente.

Il risultato d'esercizio è stato negativo per 289 milioni dai 55 milioni del 2014. La perdite di pertinenza del gruppo è invece pari a 175 milioni da un risultato positivo di 67 milioni nel 2014.

La posizione finanziaria netta al 31 dicembre era negativa per 438 milioni, dato che "riflette la dinamica tipica del capitale circolante a pochi mesi dalla consegna di ben 4 navi da crociera" e che si confronta con una posizione positiva per 44 milioni al 31 dicembre 2014.

Fincantieri prevede però di registrare nel 2016 un aumento del 4-6% dei ricavi, un ebitda margin pari a circa 5% e di tornare a un risultato netto positivo ante proventi ed oneri straordinari.

Più in generale il piano 2016-2020 di Fincantieri vede una crescita media annua dei ricavi di circa il 10% e aumento ebitda in tutti i segmenti, anche grazie al crescente assorbimento dei costi fissi. L'Ebitda margin è previsto in un range del 6-7% nel 2018 e del 7-8% nel 2020.   Continua...