Rcs, peggiora perdita netta 2015, migliora trend nel primo trimestre

martedì 22 marzo 2016 18:33
 

MILANO, 22 marzo (Reuters) - Rcs chiude il 2015 con una perdita netta di 175,7 milioni dai 110,8 milioni dell'anno prima; nel dato è compresa la perdita dell'area Libri (-38,8 milioni da -20,9), in via di cessione a Mondadori .

Il gruppo, che ha già comunicato i dati preliminari a febbraio, conferma gli obiettivi del nuovo piano industriale per il 2016 e sottolinea che la raccolta pubblicitaria del primo trimestre è vista in miglioramento rispetto a un anno prima sia in Italia che in Spagna, "evidenziando un andamento migliorativo anche rispetto al budget". "Trend positivo anche per l'Ebitda, il cui miglioramento nel primo trimestre dell'anno è previsto contribuire per più del 25% all'incremento atteso dal gruppo per l'intero 2016", prosegue la nota.

Anche le efficienze attese nel primo trimestre sono in linea con l'obiettivo totale annuo di risparmi per 40/45 milioni.

Nonostante la "significativa incertezza" legata al mancato raggiungimento di un accordo con le banche creditrici sul debito, il Cda ha adottato il presupposto della continuità aziendale perché pensa di poter disporre di adeguate risorse finanziarie per l'operatività della società, si legge nella nota che cita al riguardo il tavolo negoziale in corso con le banche, l'arrivo entro aprile di nuova cassa dalla vendita di Rcs Libri e la delega per aumentare il capitale da 200 milioni.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia