17 marzo 2016 / 18:13 / 2 anni fa

PUNTO 1-EI Towers, risultati 2015 in crescita, vuol essere protagonista M&A

(accorpa take, aggiunge dettagli, background)

MILANO, 17 marzo (Reuters) - EI Towers ha chiuso il 2015 con ricavi, Ebitda e utile in crescita, e ha detto di voler giocare un ruolo da protagonista nel processo di consolidamento in atto.

I ricavi caratteristici, si legge in un comunicato della società di gestione delle torri, sono saliti del 3,1%, a 241,8 milioni. L‘Ebitda, escludendo i componenti economici non ricorrenti (4,1 milioni), si è attestato a 117 milioni (+5,6%). L‘utile netto è pari a 17,3 milioni, in aumento del 26,7%. Il Cda proporrà all‘assemblea di destinare l‘utile a riserva.

“In assenza di operazioni di natura ‘transformational’”, recita la nota, con un riferimento implicito alla partita che intreccia i destini di EI Towers a quelli di Inwit, “la priorità del management continua ad essere lo ‘scouting’ e l‘eventuale investimento in operazioni di acquisizione di società di dimensioni medio-piccole, in Italia e all‘estero, operanti nel settore di riferimento che garantiscano un interessante ritorno per gli azionisti”.

Rispondendo, nel corso della conference call con gli analisti, ad una domanda sulle trattative per l‘acquisizione di una partecipazione in Inwit, l‘AD Guido Barbieri ha ricordato che i vincoli di riservatezza non gli consentono di addentrarsi troppo nello stato dei negoziati, ma ha aggiunto che “il nostro obiettivo è essere parte del processo di consolidamento in atto”.

Barbieri ha ricordato l‘offerta d‘acquisto per RaiWay , che puntava a creare un player focalizzato nelle torri per le trasmissioni tv, ma ha spiegato che il gruppo controllato da Mediaset ha “operazioni significative” nel segmento delle torri tlc, attraverso la controllata TowerTel, che, ha scandito l‘AD, “non è in vendita”; anzi, “vuole essere un player attivo nel processo di consolidamento”.

L‘AD ha chiosato: EI Towers non intende essere “un socio di pura minoranza finanziaria” in un gruppo più grande, riferendosi sempre alla proposta avanzata per Inwit.

Il manager, inoltre, tornando sull‘ipotesi di integrazione con RaiWay, ha detto che continua a ritenerla “sensata dal punto di vista strategico, indipedentemente dall‘esito della trattativa con Inwit”.

Se la proposta avanzata al gruppo controllato da Telecom Italia non dovesse andare a buon fine, Barbieri ha anticipato la possibilità di distribuire agli azionisti un dividendo straordinario, ma, ha aggiunto: sono scaramantico: ci penseremo nelle prossime settimane”.

Al netto di eventuali deal ‘transformational’, EI Towers ha fornito la guidance sul 2016, ovvero un Ebitda adjusted pari a circa 120 milioni, acquisizioni minori che contribuiscano all‘Ebitda fino a 4-5 milioni su base pro-forma, recurring levered free cash flow (Rlfcf) pari a circa 70 milioni (68,4 milioni nel 2015) e un working capital tendente alla neutralità.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below