16 marzo 2016 / 14:49 / un anno fa

PUNTO 2-Maire Tecnimont, salgono conti 2015, vede rosa in 2016, titolo corre

(unisce pezzi, aggiunge dettagli da conference call, chiusura titolo)

MILANO, 16 marzo (Reuters) - Maire Tecnimont ha chiuso il 2015 con risultati in crescita, anche se l'utile netto risulta in calo per via dell'impatto della tassazione.

I ricavi, si legge in un comunicato, sono saliti del 5,5% a 1,67 miliardi. L'Ebitda è aumentato del 3,1% a 130,8 milioni. L'Ebit è cresciuto dell'11,6% a 115,4 milioni. L'utile ante imposte si è attestato a 77,6 milioni (+26,4%).

L'utile netto è sceso 43,8 milioni (-13,5%). Al netto delle componenti non ricorrenti legate alla tassazione, il gruppo ha registrato un utile netto in crescita del 26,4% a 49,1 milioni.

La società guidata da Pierroberto Folgiero, nel corso della conference call di presentazione dei conti, ha fornito una guidance su quest'anno, ovvero ricavi pari a 2,2-2,4 miliardi, un Ebitda di 140-160 milioni, un indebitamento di circa 50 milioni (a parità di perimetro).

Il Cda proporrà all'assemblea la distribuzione di un dividendo pari a 0,047 euro per azione, per un ammontare complessivo di 14,4 milioni (payout del 33%).

A fine dicembre l'indebitamento netto era sceso di 239,4 milioni (-66%), attestandosi a 125,6 milioni.

L'anno scorso il gruppo ha messo a segno acquisizioni di nuovi ordini per 3,2 miliardi, portando il portafoglio complessivo a 6,9 miliardi. Nel 2016 gli ordini hanno già superato quota 1 miliardo.

Parlando con gli analisti, il direttore finanziario Alessandro Bernini ha sottolineato che "una parte preponderante dei ricavi attesi per quest'anno arriverà dal portafoglio esistente". Il manager stima inoltre per il 2016 "un calo di un terzo degli interessi finanziari".

Folgiero, secondo cui il 2016 sarà "un altro anno record di acquisizioni di ordini", on ritiene che ci siano al momento le condizioni di mercato per la cessione della divisione infrastrutture, ovvero Tecnimont Civil Construction. "Non abbiamo disperatamente bisogno di vendere. Pertanto preferiamo sfruttare le competenze che abbiamo (nel settore)". In passato, secondo indiscrezioni stampa, l'asset era finito nel mirino di alcuni gruppi attivi nel comparto, tra cui Condotte e Astaldi .

L'AD accenna infine alle opportunità che si aprono con la fine delle sanzioni all'Iran, Paese dove Maire Tecnimont opera dagli anni Settanta.

Ottima la reazione del titolo, che ha chiuso con un balzo del 6,89%, a 2,67 euro, dopo aver toccato un massimo di 2,68 euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below