Wall Street - Stocks to watch del 7 marzo

lunedì 7 marzo 2016 13:37
 

7 marzo (Reuters) - I futures sugli indici di Wall Street
sono negativi, dopo che venerdì l'S&P 500 è riuscito a mettere a
segno la prima serie di quattro sedute consecutive in rialzo da
ottobre e il Dow ha chiuso sopra quota 17.000 per la prima volta
da inizio gennaio.
    Anche sulle borse europee prevalgono le prese di beneficio
dopo tre settimane di rialzi, nonostante la chiusura positiva
questa mattina dei mercati asiatici sulla scia delle
rassicurazioni giunte nel fine settimana dalla Cina sullo stato
di salute della sua economia.
    Gli investitori monitoreranno con attenzione eventuali
commenti degli esponenti della Fed Lael Brainard e Stanley
Fischer, che parleranno in due eventi separati, in cerca di
indicazioni sulla visione economica della banca centrale.
    Venerdì Wall Street ha chiuso in rialzo sulla scia dei dati
sull'occupazione che hanno segnalato una ripresa dell'economia,
ma non abbastanza forte per un aumento immediato dei tassi di
interesse.
    Intorno alle 13,30 italiane, il futures e-minis sullo S&P
500 perde lo 0,38%, quello sul Nasdaq lo 0,44% e
quello sul Dow Jones lo 0,25%.
    Sul mercato obbligazionario il benchmark decennale
 perde 6/32 e rende l'1,904%, il trentennale
 scende di 7/32 con un rendimento del 2,715%.
               
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    ** Il colosso chimico tedesco Basf sta valutando
una controfferta su DUPONT, che alla fine dell'anno
scorso ha deciso di fondersi con DOW CHEMICAL, secondo
quanto riferito venerdì da Bloomberg.
    ** UNITED CONTINENTAL ieri ha annunciato che il
presidente e AD Oscar Munoz, da ottobre in malattia dopo un
infarto, tornerà full-time nella compagnia aerea il 14 marzo. 
    ** VANGUARD NATURAL RESOURCES lascia sul campo il
23% nel pre market dopo i risultati diffusi venerdì.
    ** MICRON TECHNOLOGY cede il 2,2% negli scambi pre
borsa dopo che Nomura ha tagliato il rating a "reduce".
    ** URBAN OUTFITTERS pubblicherà i risultati a borsa
chiusa.
    
    
                                                                
                                                                
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia