Mediobanca batte attese mercato su risultati a 30 giugno, cedola a 0,25

mercoledì 5 agosto 2015 07:37
 

MILANO, 5 agosto (Reuters) - Mediobanca chiude l'esercizio al 30 giugno 2015 con ricavi sopra il consensus del mercato, grazie all'apporto di tutte le componenti del business bancario, in linea agli obiettivi del piano.

Anche il dividendo proposto, 0,25 euro da 0,15, si pone sopra le attese del mercato raccolte dall'istituto, 0,23 euro.

I ricavi, si legge in una nota, toccano il record nella storia dell'istituto a 2,045 miliardi (+12,4%), 529,8 milioni nel trimestre. L'utile netto sale del 27% a 590 milioni nell'anno, di cui 124,2 milioni (da 69,5) nel solo quarto trimestre, leggeremente sotto il consensus di 130 milioni. Roe a 7,3%.

Crescono margine di intermediazione, commissioni e trading, compensando il minor apporto della partecipata Generali (da 261 a 224 milioni). Dalla cessione di Telecom /Telco deriva una plusvalenza di 84,5 milioni.

In calo le rettifiche su crediti (meno 27,6% a 532,7 milioni), mentre crescono gli impieghi (+8%) sia nel corporate che nel retail. Il costo del rischio cala in tutte le componenti del business.

Salgono del 7% i costi, sia per la diversificazione geografica che per le maggiori spese di strutture operative e di controllo, ma il cost/income è in calo al 41% da 43%.

Il cet1 phased in migliora al 12,0% , il fully phased al 13,2%.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia