Snam, netto sem1 +9,1% a 612 mln,Ebit -3,1%,domanda gas vista piatta in 2015

mercoledì 29 luglio 2015 08:17
 

MILANO, 29 luglio (Reuters) - Snam chiude il primo semestre con un utile netto in crescita del 9,1% a 612 milioni di euro, grazie a minori oneri finanziari e alla riduzione delle imposte a seguito della cancellazione della Robin Hood tax, mentre l'ebit scende del 3,1% a 1,012 miliardi, secondo un comunicato.

Piatto l'Ebitda (+0,4%) a 1,434 miliardi.

I ricavi totali della società proprietaria della gran parte dei gasdotti italiani salgono del 3,1% a 1,837 miliardi.

Il gas immesso nella rete di trasporto nel semestre è pari a 32,77 miliardi di metri cubi, in linea rispetto al primo semestre 2014.

L'indebitamento finanziario netto al 30 giugno scorso ammonta a 13.936 milioni di euro (13.652 milioni di euro al 31 dicembre 2014).

Nel commentare i risultati, l'A Carlo Malacarne sottolinea che "la crescita dell'utile netto del 9,1% nel primo semestre riflette la solidità della gestione operativa, la rigorosa disciplina finanziaria e il crescente contributo delle nostre società partecipate. Proseguiamo il nostro selettivo piano di investimenti focalizzato al potenziamento delle infrastrutture gas italiane e alla sempre maggiore integrazione delle reti europee".

Quanto alle stime per l'anno, la società dice che la domanda di gas naturale sul mercato italiano a fine 2015 è prevista mantenersi sostanzialmente sul livello 2014, in termini normalizzati per la temperatura.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su   Continua...