PUNTO 1-PartnerRe, Exor alza offerta con dividendo straordinario di 3 dlr

lunedì 20 luglio 2015 15:32
 

(Aggiunge dettagli, contesto)

MILANO, 20 luglio (Reuters) - Exor ha alzato il valore dell'offerta per PartnerRe annunciando un dividendo straordinario di 3 dollari per azione per gli azionisti ordinari della società Usa, da distribuire prima del perfezionamento dell'operazione.

La cedola si aggiunge alla proposta cash di 137,50 dollari, portando così a 140,50 dollari per azione il corrispettivo in denaro complessivo di Exor per gli azionisti ordinari.

Il meglioramento dell'offerta, dice una nota, amplia ulteriormente la differenza di valore rispetto all'operazione con Axis visto che "l'aumento del dividendo straordinario annunciato il 16 luglio riconosce agli azionisti di PartnerRe meno di 1 dollaro per azione di valore incrementale tenuto conto dei rapporti di concambio (...), del calo registrato nel tangible book value sia di PartnerRe sia di Axis nel secondo trimestre 2015 e dei costi legati all'aumento di 100 punti base del dividendo per le azioni privilegiate di PartnerRe".

Exor ha aggiunto il dividendo straordinario "al fine di ricompensare gli azionisti PartnerRe a fronte del previsto perfezionamento dell'operazione Exor per l'inizio del 2016", spiega ancora la nota sottolineando che "quando ha presentato la propria proposta vincolante nel maggio scorso, Exor presumeva che l'assemblea straordinaria di PartnerRe si sarebbe tenuta a giugno e che il perfezionamento dell'operazione sarebbe avvenuto nel quarto trimestre del 2015".

Exor aggiunge di non ritenere che l'Internal Revenue Service (IRS) tratterà le azioni privilegiate nell'offerta di scambio proposta come una "listed transaction" o come "prohibited tax shelter" basata su "fast-pay stock". La società "rimane quindi impegnata a fornire tutti i miglioramenti agli azionisti privilegiati di PartnerRe".

L'appuntamento chiave è per il prossimo 7 agosto quando si terrà l'assemblea di PartnerRe sulla proposta di Axis.

Una cronistoria della vicenda al 17/7/15 è consultabile cliccando su   Continua...