PUNTO 1-A2A, utile trim1 balza 46,3%, M&A entro 2015 e ruolo nella fibra locale

venerdì 15 maggio 2015 18:17
 

* Balzo redditività anche grazie ad abolizione Robin tax

* Valotti: "Su aggregazioni entro anno qualcosa accadrà"

* A2A si candida a essere protagonista nella fibra ottica locale

* Titolo corre in Borsa, chiude in salita del 3,26% a 1,076 euro (Riscrive, aggiunge dettagli, dichiarazioni)

di Giancarlo Navach

MILANO, 15 maggio (Reuters) - Utili in netto rialzo nel trimestre per A2A, grazie anche all'abolizione della Robin Tax dichiarata illegittima dalla Corte Costituzionale. La società si candida insieme alle altre grandi utility a giocare un ruolo importante nella partita dello sviluppo della banda larga a livello locale. Quanto alla crescita per aggregazioni, novità dovrebbero arrivare entro la fine dell'anno, secondo quanto ha annunciato il presidente Giovanni Valotti.

Il trimestre si chiude con un utile netto di 117 milioni di euro in crescita del 46,3% rispetto allo stesso periodo 2014 e con ebitda di 337 milioni, in salita del 10,5%.

I risultati, ben sopra le attese degli analisti che a livello di netto si fermavano intorno agli 84 milioni, spingono il titolo in Borsa: +3,26% a 1,076 euro.

I ricavi scendono del 5% a 1.379 milioni a seguito della flessione dei volumi di vendita di energia elettrica e gas, mentre l'indebitamento finanziario netto è pari a 3.307 milioni da 3.363 milioni a fine 2014.   Continua...