PUNTO 1-Saras, in trim1 torna in nero ma sotto attese analisti

giovedì 14 maggio 2015 17:07
 

(Aggiunge dettagli da call)

MILANO, 14 maggio (Reuters) - Saras ha chiuso il primo trimestre con il ritorno all'utile, anche se i risultati sono al di sotto delle attese e il titolo ne sta risentendo in Borsa.

I ricavi, si legge in un comunicato del gruppo energetico, si sono attestati a 1,985 miliardi (-28%), mentre l'Ebitda comparable si è attestato a 144,2 milioni (8,4 milioni un anno prima). Secondo quanto riferiscono i trader, il consensus fornito dalla società per l'Ebitda era pari a 153 milioni.

Il risultato netto 'adjusted' è stato pari a 54,5 milioni, rispetto a una perdita di 40,4 milioni un anno prima. Il consensus degli analisti era per 60 milioni.

A fine marzo la posizione finanziaria netta era negativa per 38 milioni, rispetto a un dato positivo per 108 milioni a fine 2014.

"Nonostante le tensioni politiche tra Europa e Russia abbiano costretto a rimandare la formazione dell'annunciata joint venture commerciale tra Rosneft e Saras", recita la nota, "la cooperazione tra le due società continua a rimanere solida ed intensa e, a tal proposito, Saras aprirà un ufficio a Ginevra dedicato al trading petrolifero".

Nella call con gli analisti, Dario Scaffardi, general manager e director del gruppo, ha aggiunto che "l'ufficio di Ginevra è un fatto importante per noi. Essendo difficile operare se non sei sugli hub di Londra o di Ginevra è importante avere una base in un'area dove ci sono molte opportunità per operare. Realizzermo una società i cui dettagli sono da discutere".

Scaffardi ha poi sottolineato che la società primaria sarà Saras e svolgerà i business attuale, ovvero seguire la 'supply chain' nella scelta degli idrocarburi "e sarà pienamente integrata nelle nostre attività".

Attorno alle 17 il titolo recupera dai minimi e cede l'1,63% a 1,57 euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia