13 maggio 2015 / 13:17 / tra 2 anni

PUNTO 1-Ubi, utile trim1 sopra attese grazie a commissioni, titolo balza

(Aggiunge andamento titolo, commento analista, altri dettagli)

MILANO, 13 maggio (Reuters) - Ubi archivia il primo trimestre con un utile netto consolidato di 75,9 milioni di euro, in crescita del 30,6% beneficiando in particolare dell‘andamento delle commissioni.

Il mercato apprezza l‘utile sopra le attese premiando il titolo che, alle 14,45 segna un rialzo del 3,8% a 7,35 euro con volumi sopra la media in una giornata positiva per tutto il settore bancario.

“L‘utile netto è sopra le attese grazie alle commissioni superiori allle stime”, dice un analista che osserva, inoltre, il debole trend del margine di interesse mentre costi e accantonamenti sono in linea.

Le stime Reuters sull‘utile netto si attestavano a 72 milioni di euro circa.

Nel trimestre la banca ha registrato un progresso dei ricavi dell‘1,5% a 866 milioni, sostenuti dalle commissioni nette (+13,7%), ai massimi livelli dal terzo trimestre del 2007, e a fronte di un calo del margine di interesse (-5,3% con un calo dell‘1,2% degli impieghi) che ha risentito in particolare dal calo delle componente finanziaria.

Nel trimestre le rettifiche di valore nette per deterioramento crediti sono scese a 190,2 milioni, contro i 198,6 milioni dell‘anno scorso, con un costo del credito annualizzato dello 0,90% contro il precedente 0,91% e l‘1,08% dell‘intero 2014.

Le coperture complessive dei crediti deteriorati sono al 27,7% in crescita di 0,6 punti percentuali rispetto a fine 2014.

Lo stock di crediti deteriorati netti è sostanzialmente stabile e si attesta a fine marzo a 9,56 miliardi.

Il portafoglio dei titoli di stato italiani ha visto nel periodo una leggera diminuzione a 21,6 miliardi rispetto ai 21,9 di fine 2014.

CET1 al 12,45%, COSTO CREDITO 2015 VISTO IN CALO

Gli indici patrimoniali evidenziano un CET 1’ phased in’ al 12,45% (senza includere l‘autofinanziamento di periodo) rispetto al 12,33% di fine 2014 e ben sopra il minimo richiesto dallo Srep della Bce di 9,5%.

Stimato a regime il CET1 è pari al 12,2% da 11,5% del 2014.

Per l‘anno in corso “il margine di interesse risentirà del minore apporto del portafoglio titoli di proprietà rispetto al precedente esercizio, principalmente a seguito delle scadenze di posizioni del portafoglio Held to Maturity avvenute negli ultimi mesi del 2014”, dice la banca che prevede una ripresa dei volumi.

Il costo del credito è atteso inferiore a quello del 2014.

Per il testo integrale del comunicato i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below