PUNTO 1-Eni, netto adj trim1 -46%, pesa crollo prezzo petrolio, in nero R&M

mercoledì 29 aprile 2015 09:47
 

* Risultati del trimestre ben sopra le attese

* Produzione a 1,697 mln boe/giorno, attesa in rialzo in 2015 (Aggiunge altri dettagli, andamento titolo)

MILANO, 29 aprile (Reuters) - Il crollo del 50% del prezzo del petrolio zavorra i conti di Eni che registra un calo analogo nella redditività del primo trimestre dell'anno, anche se in parte compensata dall'andamento positivo dell'upstream, del settore Gas and Power e dal ritorno all'utile del Refining and Marketing.

L'utile netto adjusted (senza le componenti straordinarie) si attesa a 648 milioni di euro, in calo del 46% rispetto allo stesso periodo del 2014, mentre l'ebit scende del 55% a 1,567 miliardi, secondo un comunicato.

Il titolo, partito forte a Piazza Affari a seguito di risultati che sono sopre le attese del mercato, ridimensiona il rialzo e intorno alle 9,40 sale dello 0,35% a 17,44 euro.

Il cash flow operativo nel trimestre è pari a 2,30 miliardi, mentre l'indebitamento finanziario netto al 31 marzo sale di 1,46 miliardi a 15,14 miliardi di euro.

La produzione di idrocarburi si attesta a 1,697 milioni di barili/giorno, in salita del 7,2% rispetto al primo trimestre 2014. Escludendo l'impatto positivo dell'effetto prezzo nei contratti di production sharing e delle operazioni di portafoglio, la crescita è pari al 3,7% dovuta al contributo degli avvii del trimestre e delle produzioni in Libia, nonché dell'entrata a regime degli avvii 2014 in Angola, Congo, Egitto e Stati Uniti.

Quanto alle stime per l'anno la produzione di idrocarburi è prevista in crescita rispetto al 2014 grazie all'avvio di nuovi giacimenti e all'aumento di quelli avviati lo scorso anno in particolare in Angola, Congo, Egitto, Venezuela, Stati Uniti e Norvegia e ai maggiori volumi attesi in Libia, mentre le vendite di gas sono previste stabili.

Andando nei singoli comparti, l'ebit dell'Exploration and production si contrae del 72,3% essenzialmente a seguito del calo dei prezzi del petrolio, il Gas and Power registra un utile operativo adjusted in crescita del 21,5% sul trimestre 2014 nonostante vendite di gas in calo del 4,3% a 25,62 miliardi di metri cubi; in Italia la diminuzione è del 9,8%. Infine, il Refining and Marketing torna in utile operativo per 121 milioni grazie al recupero dei margini.   Continua...