Fiat Chrysler, focus m&a, no comment su GM, colloqui con diversi operatori

giovedì 16 aprile 2015 16:40
 

di Stefano Rebaudo

AMSTERDAM, 16 aprile (Reuters) - Fiat Chrysler intende essere un attore principale del consolidamento del settore auto a livello globale, una strategia che l'AD, Sergio Marchionne, ritiene sia indispensabile perseguire.

E' il messaggio lanciato durante la prima assemblea della storia di Fiat e di Chrysler che si è tenuta ad Amsterdam, quindi fuori dagli Stati Uniti e dall'Italia. Riunione molto più breve rispetto alle maratone torinesi: in circa un'ora e mezzo, l'assemblea, la cui lingua ufficiale è stata l'inglese, ha approvato bilancio e confermato i vertici.

Su General Motors, citata in passato dallo stesso Marchionne come possibile partner di un'integrazione, l'AD non ha voluto commentare l'ipotesi di colloqui.

Ma, sulla possibilità di negoziati finalizzati a un'integrazione, ha aggiunto: "Abbiamo in corso colloqui con diversi operatori su diversi temi".

"Non vogliamo restare indietro in un processo che sta cambiando il settore, non la considero una possibilità", ha detto ancora parlando di consolidamento.

FERRARI, QUOTAZIONE PUO' SLITTARE AL 2016

Correggendo l'affermazione di un azionista sul debito Ferrari, Marchionne ha spiegato che ad oggi il gruppo ha una posizione finanziaria netta positiva che diventerà negativa, una volta quotato, evento che "potrebbe succedere nel 2016, ma io penso si verificherà nel 2015".   Continua...