Enel Russia vede nel 2015 calo Ebitda del 20,6%, utile netto a 4,3 mld rubli

mercoledì 8 aprile 2015 11:23
 

MOSCA, 8 aprile (Reuters) - Enel Russia (ex Ogk-5), società che produce energia elettrica controllata al 56,4% da Enel, prevede per il 2015 un calo del 20,6% dell'Ebitda (a 14,6 mld di rubli; 270,67 mln dollari) rispetto all'esercizio precedente a causa dell'aumento del prezzo del carbone e dei costi fissi, dovuto all'inflazione, e di un minore free capacity payment.

Lo rende noto la società nella presentazione odierna del piano industriale 2015-2019, aggiungendo che dal 2015 l'Ebitda dovrebbe migliorare fino al 2019.

Per l'anno in corso l'utile netto è visto a 4,3 miliardi di rubli, per poi salire a 7 miliardi nel 2016.

Per l'intero 2014 sarà distribuito un dividendo di 0,08 rubli per azione, che passa a 0,05 nel 2015, 0,08 nel 2016 e 0,12 nel 2017.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia