12 marzo 2015 / 18:14 / 2 anni fa

PUNTO 1-Egp, risultato netto 2014 359 mln (-32%), dividendo 3,2 cent per azione

(Unisce articoli e aggiunge altri dettagli da conference call)

ROMA, 12 marzo (Reuters) - Il Cda di Enel green power ha approvato oggi i risultati del 2014 che si è chiuso con un risultato netto di gruppo di 359 milioni di euro in calo del 32% rispetto ai 528 milioni dell'anno precedente. Al netto delle operazioni straordinarie, l'anno si è chiuso con un calo del 22,3%.

Lo riferisce la società per le rinnovabili del gruppo Enel aggiungendo che all'assemblea verrà proposto di approvare un dividendo, invariato, di 3,2 centesimi per azione.

Nel corso della conference call, l'ad Francesco Venturini ha ribadito la propria strategia di voler indirizzare gli investimenti per creare nuove centrali in nuove aree più profittevoli.

Per finanziare il piano, la società conta di completare nel primo trimestre del 2015 la vendita di quote di minoranza delle partecipate negli Stati Uniti per una capacità di circa 700 MW per le quali, si legge nelle slide è "stata praticamente completata la due diligence e le trattative sono in corso con un investitore".

Rispondendo alla domanda di un analista, Venturini sul closing ha detto "non metteteci fretta".

Da attendersi poi nell'anno in corso l'effetto dollaro in quanto, come ha spiegato il manager, "siamo molto esposti sulla valuta americana".

L'Ebitda e l'Ebit del 2014, già comunicati in sede preliminare, sono stati rispettivamente di 1,9 (+9,2% sul 2013) e 1,021 (-7,2% sul 2013) miliardi.

Sui conti ha pesato l'effetto dell'impairment test degli asset in Grecia che ha avuto un impatto negativo sul risultato di 231 milioni.

Illustrando l'andamento della società, l'ad ha spiegato che: "Con 1 GW di capacità addizionale installata e risultati economici in crescita, Enel Green Power conferma anche per il 2014 l'ottima capacità di esecuzione delle proprie scelte strategiche. I risultati sono ancor più rilevanti se raffrontati al contesto dei mercati maturi caratterizzati da una debolezza dei fondamentali macroeconomici".

Il cda propone il 18 maggio come data di stacco cedola, il 19 maggio come "record date" e il 20 maggio come data di pagamento.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below