March 10, 2015 / 11:29 AM / 2 years ago

PUNTO 1-Campari, one-off pesano su utile 2014, gross margin piatto

3 IN. DI LETTURA

(aggiunge dettagli, commento)

MILANO, 10 marzo (Reuters) - Campari si lascia alle spalle un anno, segnato dall'aumento della spesa in pubblicità e degli investimenti nella distribuzione, con un utile netto in contrazione di circa il 14% a 128,9 milioni. Risultato che risente di componenti non ricorrenti e dei relativi effetti fiscali.

In una nota il gruppo di superalcolici ha annunciato una crescita organica del 3,4% a 1,56 miliardi di euro con un'accelerazione del 4,2% nel quarto trimestre (+6,5% area Americhe, +2% Italia, +7,2% del resto dell'Europa, resto del mondo -7,3%).

Come da guidance il margine lordo è rimasto piatto rispetto al 2013, attestandosi al 53,3% delle vendite.

In discesa a 16,3% l'Ebit margin dal 19% del precedente esercizio dopo 43,2 milioni di voci negative straordinarie relative alla svalutazione di asset ceduti (23,7 milioni), accantonamenti per progetti di ristrutturazione (12 milioni) espese legali e di consulenza (7,5 milioni).

Guardando al futuro l'AD Bob Kunze-Concewitz, nel comunicato, dice di aspettarsi che "la volatilità di alcuni mercati emergenti e la competizione di prezzo in atto in alcune aree geografiche rilevanti per il gruppo continueranno anche nel 2015, riducendo pertanto la visibilità in questa fase dell'anno".

La marginalità, per contro, dovrebbe beneficiare dello sviluppo "...in particolare dagli aperitivi, dal rum e dal whisky americano" oltre che "dei ritorni attesi rispetto ai recenti investimenti in nuove strutture distributive e produttive del gruppo, di un contesto più favorevole per quanto riguarda i costi delle materie prime, nonché dell'apporto positivo dei tassi di cambio".

Dopo un capex totale per 47,8 milioni l'anno scorso, Campari punta a un investimenti di 45 milioni nel 2015, secondo la presentazione relativa ai risultati.

Il titolo ha accelerato dopo la pubblicazione dei risultati, toccando i nuovi massimi di seduta a 6,29 euro prima di sgonfiarsi parzialmente.

"Sono risultati in linea con le mie stime tranne l'utile netto che è migliore per effetto di una tassazione più favorevole e il debito grazie ad una maggiore generazione di cassa", commenta a caldo un analista, che ha chiesto di non essere citato.

Sull'ultima riga di bilancio l'imposizione fiscale si è infatti ridotta di 15,2 milioni e il free cash flow del periodo è cresciuto a circa 178 milioni di euro rispetto ai circa 106 milioni del 2013 con un indebitamento al 31 dicembre 2014 a 978,5 milioni.

Proposto un dividendo di 8 centesimi, in linea con quanto distribuito sull'esercizio 2013. Lo stacco è previsto il 18 maggio.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below