PUNTO 1-Yoox, salgono utili 2014, vede accelerazione ricavi 2015

mercoledì 25 febbraio 2015 19:28
 

(Aggiunge dettagli da conference call)

MILANO, 25 febbraio (Reuters) - Yoox archivia il 2014 con utili in crescita, sostanzialmente in linea con le attese, e prevede un'accelerazione dei ricavi del 2015 in un contesto in cui gli effetti valutari dovrebbero essere complessivamente favorevoli, nonostante la forte svalutazione del rublo che ha già penalizzato gli ultimi mesi dell'anno scorso.

L'utile netto 2014 si attesta a 13,8 milioni di euro, in aumento del 9,4%. L'Ebitda sale del 13,4% a 48,8 milioni (le stime di un sondaggio Reuters convergevano su 49,4 milioni), con un margine del 9,3% rispetto a 9,5% del 2013. I ricavi, come preannunciato a inizio mese, aumentano del 15,1% a 524,3 milioni.

Per il 2015 "ci aspettiamo un'accelerazione della crescita dei ricavi rispetto all'anno scorso", ha detto in conference call il fondatore e AD Federico Marchetti, con un contributo positivo di entrambe le linee di business e di tutti i principali mercati.

Per il multibrand la crescita aumenterà progressivamente di trimestre in trimestre, con un'accelerazione che dovrebbe iniziare a partire dal secondo trimestre, e per il monobrand è attesa una "solida crescita organica" degli online store esistenti. Per quanto riguarda nuove partnership, il gruppo sta siglando alcune lettere di intenti con nuovi brand, ha aggiunto.

Silvia Scagnelli, responsabile della comunicazione finanziaria del gruppo, ha poi definito "ragionevole" il consensus degli analisti sui ricavi 2015, pari a 624 milioni circa, e ha detto di aspettarsi un miglioramento del gross margin rispetto al 2014, vicino ai livelli del 2013.

Per quanto riguarda gli effetti valutari, se le condizioni restano quelle dei primi due mesi l'impatto nel 2015 dovrebbe essere positivo, con i benefici legati al dollaro solo in parte bilanciati dal forte deprezzamento del rublo.

Sulla Russia, ha spiegato, il gruppo ha deciso di adottare una strategia più rigida per proteggere i margini, aumentando maggiormente i prezzi e limitando la disponibilità di prodotti in Russia alle categorie più redditizie, e continua a monitorare la situazione per reagire velocemente in caso di necessità.

Il titolo ha azzerato il calo dopo i risultati, diffusi poco prima della chiusura, e ha archiviato la giornata praticamente invariato (+0,05% a 20,18 euro).

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia