Eni, no anticipi su dividendo, ma in posizione forte, capex 2015 -14% -AD

mercoledì 18 febbraio 2015 15:47
 

MILANO, 18 febbraio (Reuters) - La politica dei dividendi di Eni fa parte della presentazione della strategy del prossimo 13 di marzo e la società è comunque in una posizione forte.

A dirlo è l'AD, Claudio Descalzi, rispondendo alle domande degli analisti sull'eventualità di un taglio della cedola a seguito del drastico calo del prezzo del petrolio.

"Non posso dire sulla sul dividendo che fa parte della strategy di marzo. Siamo comunque in una posizione forte, ma la politica dei dividendi è legata alla decisione del board", ha detto Descalzi.

Stamane Eni ha confermato la cedola a saldo per il 2014 a 0,56 euro per un dividendo complessivo di 1,12 euro.

L'AD di Eni ha poi aggiunto che per il 2015 il taglio degli investimenti sarà di circa il 14%.

Quanto al Mozambico, l'Ad ha confermato che "è sempre in agenda la vendita del 10% dei giacimenti".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia